menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Se non mi date i soldi vi brucio": in tre condannati per tentata estorsione

Coinvolti tre giovani di origini campane, che nel febbraio del 2011 avrebbero minacciato degli africani per farsi consegnare una somma di denaro

Tre giovani di origini campane, P.L.M., M.T. e C.B., sono stati condannati ieri dal Tribunale di Udine a due anni e sei mesi di reclusione e 800 euro di multa, con la sospensione condizionale per i primi due, per tentata estorsione.

Erano accusati di essersi presentati il 10 febbraio 2011 nell'appartamento abitato da quattro cittadini africani per reclamare del denaro che uno di questi avrebbe dovuto a Bruni. "Digli che se domani mattina non mi dà i miei soldi e non mi chiama, vengo lì e brucia sia lui che tutti voi", avrebbe affermato lo stesso Bruni, secondo l'accusa, estraendo anche una pistola dalla cintola dei pantaloni e puntandola contro uno degli stranieri.

La stessa sera, sempre secondo l'accusa, i tre sarebbero tornati nella palazzina versando del liquido infiammabile sulla porta del garage e dandogli fuoco. Il Tribunale li ha assolti dalle accuse di detenzione illegale dell'arma e tentato incendio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

Covid, oggi in regione 336 positivi e 29 vittime

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento