Minaccia di uccidere il figlio dei vicini, sequestrata la pistola

Sfiorata la tragedia nelle Valli del Natisone. Un 61enne di San Pietro è stato denunciato

Un litigio tra vicini di casa si sarebbe potuto trasformare in una strage di Natale nelle Valli del Natisone. A sedare gli animi i carabinieri della Stazione di San Pietro al Natisone, intervenuti prontamente per mettere fine al diverbio. 

Le minacce

I militari dell'Arma, infatti, hanno deferito in stato di libertà per l’ipotesi di reato di minaccia aggravata un 61enne del posto che, dopo diversi parapiglia con i confinanti, aveva perso completamente le staffe fino ad intimidire un'intera famiglia. L'anziano avrebbe minacciato telefonicamente la donna di utilizzare la propria arma contro il figlio, 19enne, con il quale i litigi si erano intensificati. 

Il sequestro

All’uomo è stata sequestrata la pistola, una 357 magnum, ed il relativo munizionamento, regolarmente detenuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

  • Cocaina, anfetamina, cannabis e capienza massima del locale sforata

Torna su
UdineToday è in caricamento