menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Minaccia di buttarsi dal tetto di un palazzo, intervento di sette ore per salvare un uomo

Ci sono volute sette ore di mediazione del negoziatore dell'Arma dei carabinieri per far desistere un 43enne che voleva gettarsi dal tetto di un palazzo a Udine

Almeno sette ore per farlo desistere: tanto è durata la negoziazione del nucleo investigativo del comando provinciale dei Carabinieri, conclusosi questa mattina intorno alle 5 per impedire a un uomo di gettarsi dal tetto di un condominio udinese.

L'intervento

I militari dell'Arma sono intervenuti intorno alle 22 di ieri sera, giovedì 3 settembre, presso l'abitazione di un 43enne che, dopo aver assunto un ingente quantitativo di farmaci, è salito sul tetto del condominio dove risiede minacciando di gettarsi, lanciandosi nel vuoto da un'altezza di 15 metri.

La negoziazione

L'opera di mediazione del negoziatore si è conclusa soltanto verso le 5 di questa mattina: i carabinieri sono così riusciti dopo 7 ore a raggiungere l'uomo che, con l'aiuto dei vigili del fuoco di Udine è stato messo in sicurezza e stabilizzato dal personale del 118. Il 43enne è stato poi portato all'ospedale di Udine dove è stato trattenuto in osservazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento