rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Minacce

Minacce da gruppi no vax, Fedriga sotto scorta

Il provvedimento a causa delle numerose minacce ed attacchi rivolti al governatore del Friuli Venezia Giulia a causa della sua posizione nei confronti della campagna vaccinale

Massimiliano Fedriga è sotto scorta. La misura nei confronti del presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni è stata adottata in virtù delle numerose minacce che il mondo no vax gli ha rivolto soprattutto nell'ultimo periodo. Il provvedimento è iniziato la scorsa settimana. L'esponente leghista è stato più volte preso di mira durante i cortei anti green pass ed in regione sono apparse diverse scritte contro il numero uno dell'esecutivo regionale. 

Solidarietà

"Assurdo che ci sia ancora chi pensa che il vaccino e il green pass non siano la principale arma contro il covid ma una pozione velenosa e uno strumento di controllo. Ancor più assurdo che questa minoranza rumorosa non solo rischi di vanificare gli sforzi delle istituzioni e l'azione responsabile della stragrande maggioranza, ma minacci pure chi si sta prodigando per tutelare la salute e l'economia. Un quadro assurdo per cui chi urla alla limitazione delle libertà costringe un presidente di Regione a vivere sotto scorta. A Massimiliano Fedriga la mia vicinanza e l'incoraggiamento a proseguire sulla strada verso l'uscita dalla pandemia", scrive in una nota il deputato di Forza Italia Roberto Novelli. “Piena solidarietà a Fedriga, vittima di continue e vili minacce in questi giorni perché ha avuto ‘il coraggio di decidere’. Non si possono tollerare in alcun modo questi episodi di violenza che hanno costretto, tra l’altro, il Presidente ad essere sotto scorta. Spero che i colpevoli vengano individuati nel più breve tempo possibile: i friulani ed i giuliani sono sempre dalla parte della legalità e della giustizia”, dichiara la deputata della Lega Aurelia Bubisutti, cui fa eco la senatrice della Lega del Friuli Venezia Giulia Raffaella Marin. "Totale solidarietà, vicinanza e sostegno al governatore del Fvg e alla sua famiglia. Gravissime le minacce subite. Ci auguriamo che autori e responsabili vangano presto individuati e perseguiti. Questo clima d'odio è inaccettabile. Massimiliano Fedriga sta svolgendo con grande senso di responsabilità un lavoro egregio nell'interesse esclusivo della salute dei cittadini e per proteggerli da una pandemia in continua mutazione. Obiettivo che si garantisce non con la violenza, ma con i vaccini", dice il deputato Massimiliano Panizzut, capogruppo Lega in Commissione Affari sociali della Camera. "Vicinanza e solidarietà a Massimiliano Fedriga per le pesanti intimidazioni da parte di gruppi di no vax. Conoscendo Massimiliano avranno l’effetto opposto come lo hanno su chi sa di avere responsabilità importanti a salvaguardia della sicurezza e della salute della nostra comunità", su Twitter il Presidente di Italia Viva Ettore Rosato. "Sono forti, quanto scontate, le espressioni di solidarietà e vicinanza anche da parte della comunità slovena nei confronti del presidente Fedriga dopo le ennesime minacce che hanno portato le autorità competenti a disporre il servizio scorta". Lo afferma in una nota il consigliere regionale e segretario politico della Slovenska skupnost, Igor Gabrovec, aggiungendo che "è abominevole che un pubblico amministratore possa ritrovarsi minacciato soltanto per aver fatto il proprio dovere a tutela della salute pubblica e del rispetto delle leggi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce da gruppi no vax, Fedriga sotto scorta

UdineToday è in caricamento