Immigrazione, Fedriga chiede il superamento del modello di accoglienza diffusa

"Aprire le porte in modo indiscriminato ai migranti è una soluzione sbagliata, tanto sotto il profilo politico quanto etico" commenta il governatore a Udine

"Il superamento del modello di accoglienza diffusa è garanzia in primo luogo della sicurezza dei cittadini del Friuli Venezia Giulia, ma rappresenta al contempo fonte di tutela per quelle persone che hanno realmente diritto a essere ospitate dalla nostra comunità", queste le parole del governatore Massimiliano Fedriga all'intervento di oggi, 12 gennaio, alla scuola di politica ed etica sociale dell'arcidiocesi di Udine.

Le critiche

Per il governatore, "aprire le porte in modo indiscriminato ai migranti è una soluzione sbagliata, tanto sotto il profilo politico quanto etico, perché presta il fianco a chi specula sul traffico di esseri umani e abbandona al proprio destino chi invece quel viaggio non è nemmeno riuscito a intraprenderlo". Fedriga invita quindi a prendere soluzioni diverse e più efficaci guardando a obiettivi a lungo termine, "quali la creazione di centri di protezione sulle rotte migratorie e il potenziamento degli investimenti nei Paesi di origine per favorire lo sviluppo e l'occupazione".

L'Europa

Fedriga, durante il suo intervento a Udine, chiede anche maggiori aiuti dall'Europa"L'Europa, anziché discutere sulla ripartizione delle quote, utilizzi la propria forza politica ed economica per far rispettare gli accordi bilaterali ai Paesi di origine che li hanno sottoscritti". L'appello è stato lanciato in legame all'esigenza del centro per la permanenza e il rimpatrio di Gradisca d'Isonzo"A dispetto di un accordo bilaterale in essere - ha spiegato Fedriga - il Pakistan non riconosce i propri cittadini e ne impedisce il rimpatrio, lasciandoli così in carico alle comunità del Paese di arrivo". Da qui, la richiesta all'Europa per sostenere le realtà, come quella in regione, che "si trovano a mantenere persone raggiunte da decreti di espulsione ma, di fatto, non allontanabili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

Torna su
UdineToday è in caricamento