Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Accoglienza diffusa ostacolata, il prefetto di Udine si scaglia contro i sindaci

Esausto il rappresentante del Governo che domani sarà a Roma: "Sono due anni che i sindaci mi stanno facendo perdere tempo". Bando della Cavarzerani non legato alla chiusura del Cara

Capitolo Cavarzerani. Il prefetto di Udine, Vittorio Zappalorto, questa mattina sarà in missione a Roma, al Ministero dell'Interno. Mario Morcone, capo di Gabinetto del Viminale, ha intanto chiarito alcuni aspetti, spiegando che la linea del ministro dell'Interno, Marco Minniti, non è affatto cambiata  rispetto agli impegni assunti. Rassicurazioni che sono state anticipate ieri anche telefonicamente a Furio Honsell. La caserma Cavarzerani di Udine sarà infatti destinata ad un progressivo alleggerimento delle presenze anche perché la linea del ministero è quella che vuole incentivare - se non obbligare (steremo a vedere) - l'accoglienza diffusa con piccoli numeri distribuiti nei comuni in misura proporzionale alla popolazione residente"Non c'è alcuna ipotesi di hub in Friuli Venezia Giulia alla Cavarzerani - ha affermato Morcone - Al contrario, c'è una politica di condivisione con i sindaci sull'accoglienza di piccoli numero di migranti. Inoltre - ha aggiunto - non è previsto per il momento alcun invio di migranti".

Il problema dell'accoglienza diffusa

zappalorto-2Il problema, a questo punto, è uno solo e si chiama accoglienza diffusa negata o ostacolata. Ed è confermata dalle stesse parole del prefetto di Udine che al Messaggero Veneto ha dichiarato di essere esausto dei "no" delle amministrazioni comunali e delle continue mediazioni che rallentano il progetto. "Sono due anni che i sindaci mi stanno facendo perdere tempo - ha dichiarato Zappalorto a Giacomina Pellizzari del quotidiano cartaceo locale -. Se i sindaci non ci stanno, decido io dove accoglierli. I privati mettono a disposizione le loro case, ma hanno contro i primi cittadini. Serve una legge che prescriva le quote, se si chiede per favore non accettano". Per quanto riguarda il bando multimionario per la Cavarzerani, il rappresentante del governo ha inoltre escluso che il bando sia legato in alcun modo con la chiusura del Cara di Gradisca e ha precisato che i 550 posti rappresentano solo la capienza massima prevista per centro di accoglienza straordinaria di Udine, ma non è detto che sarà il numero reale degli ospiti. 

Bando multimilionario per la Cavarzerani: indignazione unanime

40 profughi a Tarvisio: “L’Austria pronta a chiudere i confini” 

230 migranti in più alla Cavarzerani: sarà il più grande Centro di accoglienza del Fvg 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoglienza diffusa ostacolata, il prefetto di Udine si scaglia contro i sindaci

UdineToday è in caricamento