rotate-mobile
Cronaca

Il FVG piange la morte di don Di Piazza, decine i messaggi in suo ricordo

Pierluigi Di Piazza non era solo un uomo di chiesa, ma soprattutto un punto di riferimento spirituale e culturale. A poche ore dalla sua scomparsa sono decine in messaggi di cordoglio che lo ricordano come un uomo dall'incredibile apertura verso il prossimo

La notizia della morte di Pierluigi Di Piazza ha gettato nel lutto tutta la regione. Sono decine i messaggi di cordoglio che stanno arrivando dalle istituzioni e dai rappresentanti del mondo politico, culturale e religioso del Friuli Venezia Giulia.

Sì, perchè don Di Piazza sapeva farsi ricordare, grazie alla sua mente aperta, grazie ai suoi insegnamenti e alla sua profonda dedizione agli altri.

Il primo ricordo è giunto, naturalmente, dal Centro Balducci: una "creatura" che don Di Piazza aveva fatto nascere per dare un tetto e un aiuto a tutti coloro che affrontavano l'immigrazione.

Il Governatore Massimiliano Fedriga

"La scomparsa di don Pierluigi Di Piazza segna la perdita di un protagonista della scena regionale che ha speso tutta la sua vita per gli altri, una figura che ha avuto un ruolo importante e sempre riconoscibile sul piano spirituale e sociale".

Furio Honsell, Open Sinistra FVG

"La scomparsa di Pierluigi Di Piazza lascia un vuoto profondo. È stato  un interprete straordinario dell'impegno a difesa dei diritti civili e  umani.

È stato tra i primi a comprendere la tragedia delle migrazioni dal Sud  del Mondo e a insegnare a tutti il dovere dell'accoglienza e di non  voltarsi dall'altra parte. Ha fatto del Centro Balducci di Zugliano un  modello universale di accoglienza, pur nelle eccezionali difficoltà  economiche.

Ebbi il privilegio, quando ero Rettore nel 2006, di conferirgli con queste motivazioni la laurea Honoris Causa in Economia della  Solidarietà. A noi che rimaniamo il compito di far crescere il suo insegnamento."  Così si è espresso il consigliere regionale Furio Honsell di Open Sinistra Fvg".

Il consigliere Simona Liguori

"Don Pierluigi Di Piazza rimarrà per sempre nei nostri cuori come una Persona che ha sempre perseguito il Bene della collettività. Al Suo esempio dovremmo tendere ciascuno di noi, nella nostra quotidianità, con i nostri talenti, dandoci la mano e facendoci forza nella vita di tutti i giorni".

Il presidente di LegaCoop FVG Livio Nanino

"Prete di frontiera vicino agli ultimi, da sempre impegnato sul fronte dell'accoglienza contro ogni forma di discriminazione e costantemente in prima linea per la pace e la giustizia. La sua scomparsa è un dolore per l'intero Friuli e non solo. Legacoop Fvg con tutte le sue associate piange la perdita di un uomo che tanto ha fatto per questa terra, la quale siamo certi non mancherà di ricordare per sempre il suo instancabile lavoro».

«Nei tanti anni alla guida del Centro Balducci di Zugliano – concludono – sono state innumerevoli le occasioni di collaborazione, di confronto e di scambio che Legacoop Fvg ha avuto con don Pierluigi. Incontri che molto spesso sono stati un faro per il nostro operato e di tutto il mondo cooperativo regionale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il FVG piange la morte di don Di Piazza, decine i messaggi in suo ricordo

UdineToday è in caricamento