menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sempre più udinesi scelgono Villach per lo shopping e i mercatini

Tanti gli italiani in Carinzia in questo periodo natalizio. Dalla regione sono tanti i pendolari che fanno la spesa e ne approfittano per respirare l'atmosfera tipica delle feste

Nella vicina Villacco il Natale si respira già dall'ultima settimana di novembre. In centro città e al centro commerciale più ecologico del mondo Atrio, si sente parlare soprattutto in italiano, in particolare nei week end. Il 10 per cento del fatturato dello shopping centre arriva dall'Italia e il 6 per cento dei visitatori proviene dall'Italia. Si tratta di una media, naturalmente, i dati variano a seconda del periodo dell'anno. Ad esempio il 7 dicembre di quest'anno il 10 per cento di visitatori proveniva dall'Italia, un afflusso dovuto allo shopping natalizio; il record, invece, è stato stabilito il 2 giugno 2013, quando il 33 per cento di clienti arrivava dall'Italia. In particolare, turisti e visitatori arrivano soprattutto dal Friuli Venezia Giulia per vari motivi: perché alcuni prodotti in Austria sono più convenienti, per le terme e per l'atmosfera natalizia. A Villacco, la capitale della Carinzia, il mercatino è stato inaugurato il 18 novembre: più di 60 bancarelle nella piazza principale della città e nella via dello shopping con prodotti artigianali, sculture in legno, centritavola, idee regalo, vin brulè e specialità enogastronomiche tra cui wurstel, patate e gulash. Non solo shopping, ma anche spettacoli, cori che si esbiscono nei tradizionali canti dell'avvento, trenini e intrattenimento per i bambini.

Anche Atrio ha il suo mercatino, con 10 stand, di cui alcuni italiani, come quello del panettone di Malborghetto. Un motivo in più per scegliere lo shopping centre dell'Austria, preso d'assalto dagli italiani. "Da noi vengono per alcuni prodotti che in Italia non si trovano - dice il direttore Richard Oswald - come il pane nero, lo speck e altri salumi tipici austriaci, i wurstel, la frutta secca e i prodotti per i bambini". Atrio non teme la concorrenza di Tiare Shopping, il mega centro appena inaugurato a Villesse. "Si tratta di un target diverso - spiega - noi abbiamo la nostra clientela consolidata e questi primi due settimana di Natale segnano già un incremento di turisti italiani rispetto allo scorso anno". Di solito si tratta di gite fuori porta da un giorno, ma c'è anche chi si ferma in città una notte e tra i luoghi preferiti degli italiani c'è l'Holiday Inn (Europaplatz 2), per la vista che offre sulla città e la posizione sul fiume.

In regione si parla tanto di aperture domenicali, ma in Austria questo problema non se lo pongono nemmeno: la domenica si sta con la famiglia e tutti i negozi sono chiusi, centri commerciali compreso. Atrio, inoltre sarà chiuso il 25 e il 26 dicembre, mentre il 24 e il 31 dicembre chiuderà i battenti alle 14. Una volta terminate le feste natalizie, Atrio si prepara ad  un altro importante evento: nel maggio 2014, infatti, compie 7 anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento