Cronaca

Mensa-gate, i genitori udinesi: “Finalmente la verità è venuta a galla!”

Dopo mesi di segnalazioni e frustrazione, il punto di svolta con l'intervento dei Nas

mensa gate

Un fiume in piena, Elena Mondini, presidente del comitato mensa dei genitori che in questo ultimo anno scolastico non si è risparmiata e ha portato avanti le ragioni dei bambini e delle famiglie.  Non si risparmia in dichiarazioni su una situazione problematica che era evidente fin dai primissimi giorni in cui è partito il servizio mensa nelle scuole cittadine. E di cui la nostra testata ha dato voce sin da subito, con una serie di articoli che hanno monitorato quando accadeva per portare all'attenzione dell'opinione pubblica l'evoluzione degli eventi. Dagli insetti ritrovati nella verdura già ad ottobre 2020, passando per le critiche da parte dell'opposizione a febbraio. Fino alla protesta del panino a fine maggio  e i genitori in piazza davanti al Comune nei primi di giugno. E d'ora l'epilogo con le perquisizioni e le indagini dei Nas anche in Comune a Udine.

I genitori ricevuti da sindaco e assessore

Le dichiarazioni

"Finalmente la verità è venuta a galla. Abbiamo combattuto una battaglia per i nostri figli e ce l'abbiamo fatta" - esulta Elena Mondini  - dopo mesi e mesi in cui non siamo stati ascoltati, non ci è stato dato nessun credito, e siamo stati addirittura denigrati come se improvvisamente fossimo impazziti e avessimo perso ogni capacità di giudizio. Ora la situazione è chiara ed inequivocabile per tutti".

La Mondini poi racconta quanto è stato difficile questo percorso: "Sin dai primi giorni del servizio di ristorazione scolastica, ci siamo accorti che c'era qualcosa che non andava. Pasti freddi, qualità scadente delle materie prime, cibo poco cotto, addirittura insetti nell'insalata. Da metà ottobre in poi abbiamo fatto segnalazioni al Comune di Udine ogni giorno. Praticamente da ogni scuola del comune. L'amministrazione, invece di intervenire e capire dove stavano i problemi, ha sempre minimizzato o negato che ci fossero situazioni problematiche, dicevano che era tutto regolare". Per non parlare poi delle difficoltà in cui si è trovato lo stesso comitato mensa nello svolgere le sue funzioni: "Con la scusa del Covid, i rappresentanti, all'inizio, non hanno potuto fare i controlli previsti dalla normativa. Ma non solo ci mettevano i bastoni tra le ruote, non siamo mai stati nemmeno invitati alle commissioni preposte. Ci tenevano lontani, come se avessero paura di quello che sarebbe potuto accadere se avessi aperto bocca".

E conclude: "La commissione ha segnalato le non conformità, il disagio degli alunni, le fobie dinnanzi ai piatti, la rabbia degli insegnanti, il timore dei genitori di dover togliere i figli da scuola, senza alcuna alternativa concreta a supporto. Blande rassicurazioni o addirittura il silenzio. Nel mio unico discorso in commissione il 21 giugno ho sottolineato più volte come l'assessore Battaglia e  il sindaco Fontanini abbiano affermato che i controlli del NAS e dell'Azienda Sanitaria non avessero evidenziato irregolarità.

La stessa cosa l'ha dichiarata anche un dirigente della ditta EP il quale ha detto che la sua azienda, da quando opera ad Udine, ha ricevuto quarantadue controlli da parte del NAS, Azienda Sanitaria e altri organi. Mai un cenno ai report dei controlli svolti nelle mense scolastiche da parte della commissione mensa genitori, delle segnalazioni di irregolarità e delle foto, che sono sempre stati inviati al Comune e che la stessa commissione ha compendiato in una relazione aggiornata periodicamente.

Davvero un mistero di questi controlli regolari che tutti citano ma nessuno aveva mai visto. Peccato che quando abbiamo avuto accesso agli atti i controlli dei NAS fossero in un numero notevolmente inferiore a quanto dichiarato. In più pare che non ci sia mai stata nessuna relazione dell'Asl. Ma come è possibile? Qualcuno ci deve delle risposte, serie e concrete, anche se la serenità persa dai nostri bambini non potrà mai essere risarcita".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mensa-gate, i genitori udinesi: “Finalmente la verità è venuta a galla!”

UdineToday è in caricamento