Nozze in spiaggia a Lignano: finisce con l'auto sequestrata e ammaccata

Matrimonio da favola tra due tedeschi, che sull'arenile friulano hano voluto celebrare la festa per la loro unione. Con un imprevisto non calcolato, che ha creato un forte disagio

La possibilità di celebrare i matrimoni civili in spiaggia a Lignano era stata anticipata lo scorso mese di ottobre. Il Comune si sta adoperando per trovare una soluzione, ma non è ancora possibile. Quello che invece si può fare è festeggiare sull'arenile, esattamente come ha fatto una coppia di tedeschi, la contessa tedesca Natalie Thumfart e Hamid Teymouri, arrivati dalla Germania per celebrare l'evento con un nutrito gruppo di parenti e amici al seguito, circa 170 persone.

LA REPLICA DEL SINDACO FANOTTO: UNA VERSIONE DIVERSA

Come racconta Il Gazzettino di Udine la coppia, dopo aver festeggiato il 21 in un ristorante lungo lo Stella, sabato 22 giugno ha dato appuntamento a tutti sulla spiaggia alle 15.30. Prima l'incontro sotto un gazebo, poi la cena in un ristorante per cena e brindisi, con annesso spettacolo pirotecnico finale. A fine giornata, però, il fattaccio. Come riporta il quotidiano, in base alle dichiarazioni dell'albergatrice che ha seguito l'evento "la madre della sposa, la contessa Doris Thumfart, erroneamente aveva parcheggiato l'auto sul posto riservato al carico e scarico, tanto che la vettura le è stata rimossa con il carro attrezzi. Nulla di anormale fino qui. I guai per la signora sono iniziati dopo. Regolata la sanzione, al momento di ritirare l'auto, la madre della sposa si è accorta che la macchina era stata leggermente danneggiata (...). Così ha chiesto ai vigili «una dichiarazione dell’accaduto per rivalersi dalla propria assicurazione», ma le è stata «negata». Al momento del ritiro dell'auto alla signora sarebbe stato ritirato anche il verbale dell'ammenda e la richiesta di avere una copia avrebbe avuto esito negativo. A quel punto, avrebbe telefonato in albergo per chiedere aiuto, ma, intanto, si sarebbe sentita male, tanto da richiedere l’intervento dell’ambulanza.

L'albergatrice ha poi chiuso così: "Alla fine dopo aver cercato «inutilmente il motivo del diniego» al comando della Polizia locale, ho chiesto l'intervento dei carabinieri che sono subito giunti e con loro sono riuscita finalmente ad avere una copia del verbale. Per quanto accaduto, il gruppo degli sposi è rimasto molto amareggiato tanto da sentirmi dire che non sarebbero mai più tornati a Lignano. Poteva essere per la località l'avvio di una serie di sposalizi particolari, portando benessere a tutta Lignano".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • L'eccezione che conferma la regola: a Udine c'è un albergo costretto a mandare via i clienti

  • Pizza senza lievito, tavolini vista roggia e piatti a base di pesce: nuovo locale a Udine

  • Appalti truccati, arrestato il sindaco di Premariacco Roberto Trentin

  • Chiuso l'Hotel Friuli. «Ma a Udine chi rimane aperto è quasi incosciente»

  • Coronavirus: salgono i contagi e i ricoverati in terapia intensiva in Fvg

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento