Testimone di nozze si schianta sulla spiaggia di Lignano, annullato matrimonio

Un paracadutista della Folgore è atterrato male sulla battigia dell'Ufficio Spiaggia 19. Ferito gravemente è stato trasportato in ospedale con l'elisoccorso

E' finito nel peggiore dei modi il matrimonio che si stava celebrando ieri pomeriggio nella spiaggia dell'Ufficio 19 di Lignano Sabbiadoro, poco distante dalle strutture Getur.  Uno dei testimoni dei promessi sposi, un paracadutista della Folgore, classe 1982 e di stanza a Pisa, aveva deciso di paracadutarsi assieme ad altri 3 suoi colleghi nel luogo della cerimonia nuziale per quello che doveva essere il gran colpo d'effetto della giornata in riva ala mare.  Dopo il suo lancio, sarebbero seguiti gli altri 3. 

Purtroppo, si pensa a causa della probabile velocità acquisita in discesa, l'esperto militare è andato ad impattare violentemente contro il suolo sabbioso. Immediati i soccorsi da parte della moglie, ufficiale medico dell'esercito di Precenicco, e dei presenti. Sul posto è giunta subito un'ambulanza e, poco dopo, l'elisoccorso.

I sanitari hanno immobilizzato l'uomo, rimasto sempre cosciente ma ferito seriamente, e lo hanno trasferito in ospedale in volo. Il paracadutista non sarebbe in pericolo di vita ma ha riportato un trauma cranico e due fratture, una al femore e una al bacino. Sul posto, per gli accertamenti, sono intervenuti i carabinieri e gli agenti della Polizia Locale. La cerimonia, ovviamente, è stata annulata a data da destinarsi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere in mare a Portopiccolo, è quello dell'udinese scomparsa da casa

  • Mamma e figlia mollano tutto, si diplomano insieme e aprono un locale

  • Denudati e perquisiti al gelo: l'incubo durante il tour europeo di due musicisti friulani

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

  • 50 ettolitri di vino "abusivo" in una cantina, maxi multa per il proprietario

  • "Continuate a cenare tranquilli, noi vi rapiniamo casa"

Torna su
UdineToday è in caricamento