rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca

La Questura modifica il percorso del corteo di Salmè: “E' dittatura rossa” 

Dopo il Family day, anche la Marcia dei Patrioti verso la Cavarzerani rischia di saltare

La Questura di Udine ha negato la "Marcia dei Patrioti" in programma per il  28 ottobre organizzato dal segretario di Fiamma nazionale, Stefano Salmè. "Il corteo - ha spiegato il rappresentante del movimento politico di destra, nonchè futuro candidato sindaco alle elezioni comunali del 2018 - voleva celebrare il centenario della “Battaglia di Udine” dove centinaia di soldati italiani, arditi, bersaglieri, carabinieri ed alpini, sono caduti per la Patria".

"Le argomentazioni sono talmente pretestuose che faticano a nascondere il carattere politico della scelta - aggiunge Salmé -. Tanto per far capire il tono della decisione ci è stato graziosamente consentito di svolgere un presidio davanti alla stazione della litorina a San Gottardo (a pochi metri dal Torre) e ci è stata negata anche piazza Libertà. Mentre ai richiedenti asilo è stato concesso il diritto di manifestare il 17 marzo con un percorso che da piazzetta del Lionello è giunto fino al Parco Vittime delle Foibe, ai cittadini udinesi viene negato un corteo per una data che ha segnato la Storia di Udine come della Nazione. I continui dinieghi della Questura nei nostri confronti - aggiunge -, in primis verso un candidato sindaco della città, stanno alterando la libertà politica e l’agibilità democratica nella nostra città. Ovviamente- conclude il segretario-, noi tireremo dritto: sabato 28 ottobre, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, sarò davanti alla Caserma Cavarzerani, a effettuare un volantinaggio per illustrare ai cittadini passanti il nostro progetto relativo al futuro della caserma. Spiegherò anche ai migranti le ragioni per cui dovranno lasciare la caserma".  

Cento anni fa la Battaglia di Mortegliano: commemorazione in piazza Verdi 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Questura modifica il percorso del corteo di Salmè: “E' dittatura rossa” 

UdineToday è in caricamento