In piazza contro le restrizioni, ma a essere ristretti sono i partecipanti

L'invito a scendere in piazza non ha suscitato l'effetto desiderato dagli organizzatori. Presenti poche decine di persone

Si erano dati appuntamento per "pretendere chiarezza sulla situazione nazionale" e "protestare contro le misure restritive poste in atto dal governo", per essere "liberi di vivere, crescere, lavorare, scegliere", ma la strada è stata presa da poche decine di persone. Un centinaio di individui, o poco meno, i presenti alla manifestazione di stasera in piazza XX Settembre. 

Il testo dell'invito

"Il nostri fari sono la Costituzione e la Carta dei Diritti Universali dell’uomo e ne pretendiamo la piena  attuazione! In più chiediamo e pretendiamo chiarezza sui conflitti di interesse in gioco dietro le dinamiche politiche e scientifiche che stanno imponendo le attuali misure restrittive ed il disastro economico e sociale".

"L’obiettivo principale è unire il popolo per alzare la testa e difenderci tutti insieme come comunità di persone".

"In piazza terreno una fascia azzurra al braccio. Doneremo un fiore a tutte gli agenti delle forze dell’ordine presenti in piazza . La manifestazione è autorizzata dal Questore di Udine nel pieno rispetto delle regole".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mille ordini a settimana: nessuno ferma più i friulani del delivery esotico

  • L'omino Michelin sorride ai ristoranti friulani, ecco le stelle 2021 della famosa Guida

  • Vaccino anti Covid-19, ecco il piano del Friuli Venezia Giulia

  • Dati in miglioramento: oggi la decisione del governo sul nuovo colore del Fvg

  • Nuovo record di contagi in FVG, oggi 1432 nuovi positivi e 25 morti

  • Femminicidio nella notte: uccisa una donna di 34 anni

Torna su
UdineToday è in caricamento