rotate-mobile
tassa sui rifiuti

Quasi 3 milioni di euro in meno nelle casse del Comune di Udine per il mancato pagamento della Tari

La rilevazione al 10 dicembre 2022. Si tratta del 23 per cento del totale delle bollette spedite ai cittadini e alle attività commerciali udinesi

Sono 2 milioni e 955 mila gli euro che Palazzo D'Aronco doveva ancora incassare dal pagamento della Tari, la tassa sui rifiuti, al 10 dicembre 2022. Un importo pari al 23 per cento delle bollette mandate dall'ammistrazione, attraverso i servizi di Poste italiane, alle cittadine e ai cittadini di Udine. Ma anche alle attività commerciali. Secondo quanto stabilito, il Comune di Udine dovrebbe incassare un totale di 12 milioni e 928 mila euro. Di questi, il 55,58 per cento è a carico delle utenze domestiche e il restante 44,42 per cento a carico di negozi e imprese.

Anni precedenti

Negli anni precedenti mancano all'appello circa il 15 per cento degli introiti del 2021, il 19 per cento di quelli del 2020 e il 10 per cento di quelli del 2019. Per un totale di 5 milioni e 483 mila euro.

Riscossione

Nel secondo semestre del 2022, sono stati emessi mille e 15 avvisi di accertamento per omesso e/o infedele denuncia, relativi agli anni dal 2017 al 2021, per un credito complessivo di 401 mila euro e 887 euro.

Tari 2023: le novità

Per l'anno 2023, ci saranno delle novità per i Comuni. Dal primo di gennaio, infatti, sono entrate in vigore nuove disposizioni previste dall'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente.

Prima di tutto i Comuni sono chiamati a garantire regolarità e continuità del servizio ai cittadini, oltre ad introdurre nuove modalità e periodicità di pagamento, rateizzazione e rimborso.

Viene previsto, per arginare la situaizone di crisi economica delle famiglie,un piano straordinario di dilazione. Dovranno essere i Comuni a garantire al cittadino una maggiore possibilità di rateizzazione in caso di rate di importo minimo pari a 100 euro, o che superano del 30 per cento il valore medio degli ultimi due anni.

In più, in caso di importi errati o reclami, il cittadino deve ricevere risposta entro 30 giorni lavorativi. Eventuali rimborsi devono essere effettuati entro 120 giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quasi 3 milioni di euro in meno nelle casse del Comune di Udine per il mancato pagamento della Tari

UdineToday è in caricamento