menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo: in Triveneto rialimentate quasi 255.000 utenze da lunedì 

Si continua a lavorare senza tregua dopo l'ondata di pioggia che ha colpito anche la nostra Regione. Altri 3.900 clienti alimentati nella notte

Continua in Triveneto l’impegno della task force di oltre 1.500 risorse dispiegate da E-Distribuzione, la Società del Gruppo Enel che gestisce le reti di media e bassa tensione. Le attività di riparazione proseguono senza sosta sin da lunedì per fronteggiare le conseguenze della forte ondata di maltempo che si è abbattuta sulla penisola e in particolare sul Triveneto, dove si sono verificati guasti diffusi sia sulla rete di trasmissione nazionale che sulle linee di media e bassa tensione. Rispetto alla giornata di lunedì, sono state già rialimentate complessivamente quasi 255.000 utenze in Veneto e Friuli Venezia Giulia. 

E-Distribuzione è in costante contatto e coordinamento con le Prefetture, con le Istituzioni locali e con le strutture di Protezione Civile con cui si stanno organizzando interventi nelle zone di difficile accessibilità, anche in base all’evolversi delle condizioni meteo che compromettono la possibilità di intervenire in sicurezza.

E-Distribuzione ricorda infine che, per la segnalazione dei guasti, è possibile contattare il numero verde 803.500, indicando il codice POD (nel formato IT001E…) della propria utenza riportato nella bolletta elettrica. Inoltre, è possibile ricevere informazioni anche sui canali social Facebook e Twitter di E-Distribuzione nonché sul sito Web www.e-distribuzione.it dove, nella sezione “interruzione di corrente”, è stata messa a disposizione la "mappa delle disalimentazioni" che fornisce dati in tempo reale sullo stato della rete elettrica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tutti a vaccinarsi, mega coda in Fiera a Udine

Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento