Ancora piogge abbondanti, continua l'allerta meteo

La Protezione Civile ha impiegato diversi volontari per monitorare il territorio durante l'allerta meteo iniziata ieri

Visto il protrarsi delle cattive condizioni meteorologiche, la Protezione Civile del Fvg ha diramato questa mattina un'allerta meteo con la situazione e l'evoluzione della situazione in regione. Da inizio evento hanno operato complessivamente diverse decine di volontari per monitoraggio sul territorio.

La situazione

Il fronte atlantico ha dato origine alla formazione di un minimo barico sulla regione, un po’ più accentuato in quota piuttosto che nei bassi strati. I cumulati di pioggia da inizio episodio sono arrivati finora a toccare i 272 mm sulle Prealpi Carniche occidentali, superando comunque i 200 mm in varie località della Val Cellina, fra i 100 ed i 200 mm in Carnia, valori più bassi invece come previsto su Alpi e Prealpi Giulie, compresi fra 40 e 90 mm. Gli apporti di neve fresca sono stati di 50/60 cm oltre i 1500/1700 m. Il vento da sud-est nella notte ha raggiunto i 125 km/h sulle vette delle Prealpi Carniche, 80 km/h sulla costa.

Evoluzione

Nelle prossime ore il minimo barico probabilmente permarrà ancora per gran parte della giornata sulla regione, ma andrà progressivamente colmandosi. Sono attese ancora piogge in genere abbondanti e abbastanza distribuite su tutte le zone fino al primo pomeriggio, più attenuate ed in genere moderate nel pomeriggio, deboli in serata. I cumulati attesi fino a stasera sono dell’ordine di 30/60 mm circa, con nevicate abbondanti oltre i 1200/1400 m circa, localmente possibili anche a quote un po’ più basse. Non sono attese raffiche di vento forte. Rimarranno possibili delle deboli piogge sparse anche nella giornata di domani.

Effetti al suolo

Nel serata di giovedì sono pervenute diverse segnalazioni, tra cui la chiusura della strada SS 52 Carnica in comune di Socchieve al km 25,5 per la caduta di grossi massi sulla carreggiata, la frana sulla strada provinciale per Sauris, in prossimità del lago prima della località La Maina. Attualmente sono in corso monitoraggi del territorio e dei corsi d’acqua da parte delle Squadre Comunali.

Le acque

Nel corso della notte i principali corsi d’acqua di pianura si sono ingrossati e attualmente i livelli sono in lieve diminuzione. Tutti i valori degli idrometri risultano inferiori ai livelli di guardia. Sulla zona costiera si è registrato un picco di alta marea di 1,20 m alle ore 22:30 a Grado senza fuoriuscita dell’acqua in zona porto.

Potrebbe interessarti

  • Post-sbornia: i rimedi per stare meglio dopo una bevuta

  • I sintomi, i rimedi e le cure per il morso del ragno violino

  • Quanto bisogna aspettare prima di fare il bagno?

  • E' vero che le zanzare preferiscono pungere certe persone rispetto ad altre?

I più letti della settimana

  • È friulano il migliore giovane neurologo d'Europa

  • Ecco chi sono i rapinatori: quattro uomini con base a Passons

  • Da lunedì chiusa un'uscita autostradale per cinque mesi

  • Schianto mortale in Slovenia, perde la vita un 48enne friulano

  • Bambina di due anni trova una bomba scavando una buca in spiaggia

  • Morto un turista in spiaggia a Lignano Sabbiadoro

Torna su
UdineToday è in caricamento