Malore in quota: recuperato un giovane a Cima Ombladet

L'allarme è scattato intorno alle 14, impegnata sia l'equipe medica dell'elisoccorso che i tecnici del Soccorso Alpino e della Guardia di Finanza

La stazione di Forni Avoltri del Soccorso Alpino e Speleologico è intervenuta su chiamata della Sores nel primo pomeriggio per soccorrere un ventisettenne di Ovaro N. M. (iniziali) che ha accusato un malore poco sotto la cima del Monte Ombladet (metri 2255), nelle Alpi Carniche, sopra l'abitato di Collina. Il giovane era in compagnia di un coetaneo che ha chiamato il Nue 112 verso le 14 riferendo che l'amico aveva forti dolori nella zona del costato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'intervento

Sul posto è stato inviato l'elisoccorso con l'equipe di medico e tecnico del Soccorso Alpino che sono stati calati con una verricellata sul posto, a quota 1900 metri, a circa duecentocinquanta metri dalla vetta. Il ragazzo ha riferito di essersi sentito male dopo aver fatto sosta per uno spuntino alla Malga Monte dei Buoi (1723 metri) e non riusciva più a camminare per i dolori. Una volta stabilizzato si è temuto di non riuscire a recuperarlo nuovamente a bordo, a causa di presenza di nubi e raffiche di vento in quota, si è pertanto allertata la squadra di terra - tre tecnici del Soccorso Alpino e due tecnici della Guardia di Finanza - che si è incamminata raggiungendo in mezz'ora il punto in cui si trovavano l'equipe e i due giovani. In un momentaneo rasserenamento l'operazione di recupero con verricello è stata poi effettuata, consegnando il giovane all'ambulanza al campo base di Forni Avoltri, che lo ha portato in ospedale per le valutazioni: le sue condizioni non appaiono gravi.
Il suo compagno di escursione è stato invece accompagnato a valle dai soccorritori lungo il sentiero con segnavia 169, impiegato per la salita. Tutti i soccorritori indossavano i presidi sanitari - guanti e mascherine - del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Covid: C'è una vittima ed è boom di contagi, in Fvg oggi sono 219 i nuovi positivi

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

  • Coronavirus: 90 nuovi casi, tre decessi, due focolai a Martignacco e Gradisca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento