rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
arma dei carabinieri

Malore fatale per il tenente colonnello dei carabinieri Fabio Pasquariello

Era stato per otto anni a capo del Nucleo investigativo di Udine. Aveva 57 anni e dal 2019 era di stanza a Caltanisetta

Lutto nell'Arma dei carabinieri. Ieri sera, a causa di un infarto, è mancato il tenente colonnello dei carabinieri Fabio Pasquariello, che aveva 57 anni. Il militare stava cenando in un ristorante di Caltanissetta, dove prestava servizio dal 2019, quando si è accasciato a terra. Inutili i tentativi di rianimarlo da parte di alcuni medici che si trovano nel locale e che hanno cercato di salvarlo prima dell'arrivo del personale sanitario. 

Originario di Treviso, Pasquariello era stato a capo del Nucleo Investigativo di Udine fino al 2013 per poi trasferirsi a Trieste. Dal 2019 aveva assunto l'incarico di comandante del Nucleo investigativo di Caltanissetta. Diventato carabiniere giovanissimo, era stato nominato vicebrigadiere e destinato in Friuli, prima a Lignano e poi a Feletto Umberto, dove da maresciallo è diventato Comandante.

Un uomo, un militare che si faceva ricordare per la grande disponibilità verso tutti, per la totale dedizione al lavoro e per la sua straordinaria capacità investigativa. Capacità che lo aveva messo in luce sin dai primi passi nell'Arma dei carabinieri e che, durante il servizio a Udine, lo aveva portato a risolvere diverse indagini importanti. Il suo acume e la sua perspicacia hanno permesso di assicurare alla giustizia diversi autori di fatti di cronaca nera. Innumerevoli le attività investigative gestite da Pasquariello: dal traffico di stupefacenti alle rapine ai bancomat. 

Nel 2013, dopo otto anni trascorsi a Udine, con il grado di Capitano era stato trasferito a Trieste alla guida del Nucleo Investigativo. Quindi, nel 2019, il Tenente Colonnello Fabio Pasquariello si era trasferito al Nucleo Investigativo di Caltanissetta. Poche settimane fa, era tornato a Udine, per ricevere, dal prefetto Massimo Marchiesello, l'alta onorificenza di Cavaliere della Repubblica Italiana assegnata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Lascia un figlio, Marco, che risiede ancora in Friuli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore fatale per il tenente colonnello dei carabinieri Fabio Pasquariello

UdineToday è in caricamento