menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Solidarietà, azienda friulana dona un saturimetro a tutti i suoi clienti

Con l’obiettivo di andare incontro a operatori sanitari e alle persone, Maico, azienda attiva nella distribuzione di dispositivi acustici, donerà un saturimetro ai suoi assistiti

È facile da usare ed estremamente utile, perché avverte se c’è la necessità di intervenire con rapidità in caso di polmonite. Oggi il saturimetro diventa un dono prezioso, quello che tutti dovrebbero avere.

Saturimetro, uno strumento quanto mai utile in questo periodo

Non a caso è partita una campagna nazionale di educazione sanitaria e prevenzione “MisuriAMO2” perché l’emergenza sanitaria insegna l’importanza di valutare l’ossigenazione del sangue per accorgersi di eventuali difficoltà respiratorie. In questo senso il saturimetro aiuta a rivolgersi alle strutture sanitarie solo in caso di vera necessità, diventando un ausilio per chi lo utilizza, ma anche per medici e infermieri. Conoscere il proprio livello di ossigeno nel sangue è importante in questo periodo di pandemia perché il Covid può causare una polmonite interstiziale con insufficienza respiratoria.  Misurarsi i livelli di ossigeno nel sangue è quindi fondamentale per intervenire quando è davvero necessario, evitando pressioni sui Pronto Soccorso.

Un regalo per andare incontro ad anziani e alle loro famiglie

Con l’obiettivo di andare incontro agli operatori sanitari e alle necessità delle persone, Maico, azienda leader nella distribuzione di dispositivi acustici, ha deciso di donare un saturimetro ai suoi assistiti. Per quanto indispensabile di questi tempi, questo strumento è ancora poco presente nelle case dei friulani. Un biglietto d’auguri che l’azienda ha scelto di fare quest’anno difficile e che vede in difficoltà tante famiglie, non tutte in grado di sostenere anche questa spesa.

Un aiuto concreto dettato dalla volontà di manifestare vicinanza a persone per lo più anziane, ma anche ai tanti sanitari impegnati nella gestione della pandemia sul nostro territorio. “Un piccolo gesto – afferma Walter Marchesin, alla guida dell’azienda – che vuole anche essere una forma di ringraziamento agli operatori che stanno dando il massimo per curare i malati Covid. A loro va il nostro pensiero per Natale e con questi saturi metri che faremo arrivare in tante case auspichiamo di poter dare il nostro modesto ma sincero contributo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quasi 700 contagi e 26 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento