menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luca Dordolo in un immagine d'archivio

Luca Dordolo in un immagine d'archivio

Dordolo: accolgo la vittima di Solofra, ma via gli stranieri senza lavoro

Il consigliere comunale di Udine, nell'occhio del ciclone alcune settimane addietro, torna sull'argomento immigrati commentando una tragedia consumatasi in provincia di Avellino. La sua proposta integralmente pubblicata

Luca Dordolo, consigliere comunale a Udine, esce allo scoperto dopo la bufera che l'aveva coinvolto alcune settimane fa, che ne aveva causato l'espulsione dalla Lega Nord e gli aveva fatto perdere il posto di lavoro.

Questa volta lo fa con un comunicato, in cui prospetta la sua soluzione per un altro tragico caso di violenza che ha coinvolto degli immigrati. Pubblichiamo l'intervento del politico in versione integrale

"Sono disponibile ad accogliere la 13enne indiana vittima del massacro di  Solofra, in provincia di Avellino, ma è necessario reimpatrio immediato e coatto degli stranieri senza lavoro.

L'INTERVISTA DI UDINETODAY.IT

"L’assassino indiano di Solfora (AV) era da anni in Italia con la famiglia e da quasi un anno senza un lavoro ed in difficoltà economiche. Perché gli stranieri disoccupati non .vengono reimpatriati come prevede la legge?"

Conclude Dordolo: "ancora una volta le frustrazioni della mancata integrazione si  riversano sulle donne inquinando le acque della civile convivenza nel nostro Paese. Per favorire una corretta interpretazione del mio atteggiamento su temi emergenti e di così forte attualità, sono da subito disponibile ad occuparmi dell' ospitalità alla 13enne scampata alla furia del padre assassino”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus FVG, 208 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento