rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Venanzi, in città altre priorità, non vietare le uscite con gli amici

Il consigliere comunale, che da anni si impegna a trovare una soluzione che metta d'accordo residenti, gestori e clienti chiede più tolleranza sui week end, altrimenti "il centro si spegne"

C'è gente che sta lavorando, che ha un'attività commerciale da mandare avanti e che con il suo locale porta gente e movimento in centro”. Il consigliere Alessandro Venanzi, da quattro anni impegnato a trovare un compromesso tra il divertimento dei giovani in città e i residenti, interviene sulle ultime serate udinesi, secondo quanto riportato dalla stampa locale, piuttosto movimentate. “Stiamo parlando di semplici uscite durante il week end – racconta – di ragazzi che vogliono incontrare i propri amici e per fortuna hanno la possibilità di farlo in centro, senza muovere la macchina. Se poniamo troppe restrizioni di orari e di rumore ai locali, la gente comincerà ad andare fuori città, il centro si impoverirà, sarà spento e il rischio di persone alla guida che hanno bevuto un bicchiere di troppo aumenterà”.

Secondo Venanzi, la situazione non è preoccupante, anche perché non c'è nessuna situazione. “Da sempre tanta gente in giro – continua – è sinonimo di sicurezza, sarebbe più pericolosa una città deserta nelle ore serali. E' questo il modo in cui vogliamo prepararci a Udinestate? Ci attende un'estate chiusi in casa?”.

Il consigliere comunale, classe 1981, è sempre stato dalla parte dei giovani e degli esercenti, ma ha sempre cercato un compromesso con chi la sera vuole dormire. Tanto per fare un esempio, il Mercoledì dei Sarpi, organizzato da 14 locali della via e approvato dal Comune, si autoregola e spegne le casse alle  23. “Penso che ci siano altri problemi per la città in questo momento – conclude – e non sono di certo le uscite in centro di venerdì o sabato sera. Ora è il momento di fare sensibilizzazione e non buttare all'aria tutto il lavoro fatto in questi anni per cercare una soluzione che accontenti tutti”.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venanzi, in città altre priorità, non vietare le uscite con gli amici

UdineToday è in caricamento