Aggredisce il padre ma cerca di incolpare lui, giovane ribelle incastrato dai carabinieri

Un diciannovenne di Bagnaria Arsa ha aggredito il padre e poi chiamato i carabinieri accusando il genitore incolpevole di percosse

Lui ha appena 19 anni e il carattere inquieto di quell'età. Il padre vuole correggergli il comportamento ribelle che lo fa preoccupare così tanto, ma lui non ci sta. È da questi presupposti che ne è nata una lite, ieri sera a Bagnaria Arsa intorno alle 18, tra padre e figlio, finita con quest'ultimo al pronto soccorso. 

I fatti

Pare che i due abbiano cominciato a litigare a causa del carattere ribelle del figlio. Il padre, infatti, deve aver detto qualcosa che a lui proprio non è andato giù, tanto da scatenare una reazione eccessivamente violenta. È stato così il ragazzo, dunque, ad aggredire il genitore che, costretto a difendersi dalla reazione del figlio, lo ha allontanato facendolo finire con la testa su un porta rotolo di carta assorbente.

L'intervento dei carabinieri

Essendosi causato una ferita, il ragazzo ha così pensato di telefonare al 112 per denunciare l'accaduto dichiarando di aver ricevuto delle percosse. Intervenuti prontamente, però, i militari dell'Arma hanno ricostruito la vicenda scagionando così il genitore. Una volta sul posto, i miltari hanno provveduto a calmare il ragazzo e a portare la situazione alla normalità, facendosi raccontare i fatti non solo dai due protagonisti ma anche dalla madre del giovane che aveva assistito alla lite. Ad attaccare è stato proprio il ragazzo che per portare la ragione dalla sua parte ha provato ad accusare il padre, evidentemente troppo preoccupato. Per precauzione il giovane è stato comunque condotto il pronto soccorso dell'ospedale di Palmanova per gli accertamenti del caso e immediatamente dimesso con una prognosi di dieci giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere in mare a Portopiccolo, è quello dell'udinese scomparsa da casa

  • Mamma e figlia mollano tutto, si diplomano insieme e aprono un locale

  • Denudati e perquisiti al gelo: l'incubo durante il tour europeo di due musicisti friulani

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

  • 50 ettolitri di vino "abusivo" in una cantina, maxi multa per il proprietario

Torna su
UdineToday è in caricamento