Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Liberato il Grifone al carcere di Tolmezzo

Il gesto simbolico è avvenuto al termine del progetto di didattica naturalistica "Sbarre senza gabbia", in collaborazione con la Riserva naturale del Lago di Cornino

A volte un gesto vale più di mille parole. È quello che è successo ieri, venerdì 6 dicembre, fuori dal carcere di Tolmezzo.

In presenza del Sindaco di Forgaria del Friuli Marco Chiapolino e del vicesindaco Luigino Ingrassi, si è svolta la “liberazione “: dai cancelli dell’Istituto Penitenziario di Tolmezzo è stata infatti liberata una grande sagoma di Grifone. La sagoma è stata realizzata e dipinta durante il corso “Sbarre senza gabbia” tenuto da Virginia Di Lazzaro e Sandra Cisterna (la Loc. design) per la cooperativa Arte e libro per essere collocata nel Centro viste della Riserva Regionale del Lago Cornino.
Al corso hanno partecipato un gruppo di detenuti che hanno formato il gruppo autogestito di pittura Comunic’art, un laboratorio autofinanziato.

Oltre alla realizzazione del grifone, al Comune verrà dotato un “mobile” raffigurante un Corvo Imperiale, altro frequentatore assiduo della riserva. Grazie alla collaborazione di Ylenia Cristofoli (Parco del Cornino) e Antonella Stravisi (Biologa che si occupa di didattica) i corsisti hanno imparato a riconoscere varie specie, sia attraverso il piumaggio che attraverso il canto.

Il progetto

“Sbarre senza gabbia” è un progetto di didattica naturalistica in carcere che, anche senza la possibilità da parte dei detenuti di cambiare panorama, vuole ampliare il loro paesaggio del percepito; quelli che prima erano semplici uccellini dopo la formazione hanno assunto un nome, un luogo di provenienza dalla loro migrazione e una stagionalità: un modo per espandere la visione e far volare il pensiero.

IMG_9801-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liberato il Grifone al carcere di Tolmezzo

UdineToday è in caricamento