La lettera del preside ai suoi studenti, "Cari ragazzi, sono con voi"

Il preside del liceo "Marinelli" di Udine scrive ai suoi studenti

Il preside del liceo "Marinelli" di Udine, Stefano Stefanel

Commovente lettera ai suoi studenti pubblicata dal preside del Liceo Scientifico "Giovanni Marinelli" Stefano Stefanel sul sito della scuola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cari studenti del Marinelli, cari ragazzi,
so che in questo momento siete spaesati, preoccupati, increduli. La vostra giovinezza si trova davanti ad una prova terribile e inattesa e la fragilità della gioventù non sarà più la stessa. Pensavate e pensavamo che la vostra vita avesse gravi problemi da affrontare (le dipendenze, il cyberbullismo, la paura per il mancato lavoro, la fragilità di un futuro incerto e altro ancora) ma ad una pandemia nessuno aveva pensato. Non eravamo pronti noi, immaginate quanto pronti eravate voi. Le battaglie sul clima con cortei e mobilitazioni sembravano un nuovo futuro e il web stava diventando occasione e problema.
Si è azzerato tutto. Io sono con voi e quando rientreremo a scuola cercherò di capire di cosa avete bisogno, cosa possiamo fare, come aiutarvi a vivere questo trauma, questa guerra incredibile dichiarata da nessuno ma combattuta da tutti.
I vostri insegnanti mi hanno commosso per la passione, l'impegno, la voglia di aiutarvi. Sono tutti preoccupati dentro un mondo che non conoscono, dentro un rapporto didattico nuovo e incerto, dentro uno spazio dove i confini si allontanano. Hanno a cuore il vostro apprendimento, il vostro futuro, la vostra vita. Seguiteli, ascoltateli, parlate con loro con qualunque mezzo.
Io penso a voi e al vostro ritorno (che temo non sarà il 4 aprile). So che siete 1.500, ma, se tutti avrete bisogno di me, ci sarò per ognuno. Non vi manderò questionari da compilare, ma se volete scrivermi o telefonarmi  ci sarò per ognuno di voi. Raccontatemi cosa pensate, come vivete, cosa vi preoccupa, cosa non viene fatto bene, cosa apprezzate. Quello che volete: io sono qui per voi. Per capire come fare a far diventare meno fragile la vostra fragilità, a dare un supporto alle vostre preoccupazioni, a capire i vostri pensieri.
 
Con un amore assoluto.
 
Il vostro dirigente scolastico
Stefano Stefanel

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Coronavirus, positivi alla Quiete, in ospedale a Palmanova, Udine e San Daniele

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento