menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pendolari Fvg: "Modificare l'orario dei treni anche in base alle nostre esigenze"

Il Coordinamento dei Pendolari: "Basta rattoppi". E propone a Trenitalia e alla Regione Fvg la trasformazione dell'orario cadenzato in un orario strutturato alle esigenze dei passeggeri. Previsto un sondaggio informativo per raccogliere richieste e necessità degli utenti

Il Comitato Pendolari Alto Friuli, il Comitato Spontaneo Pendolari FVG e i Pendolari Nodo di Udine a seguito della richiesta di valutazione delle modifiche degli orari inoltrata lo scorso 20 marzo dall’Assessore Regionale alla Mobilità Mariagrazia Santoro, comunicano la necessità di procedere ad una riprogrammazione complessiva , linea per linea, dell’attuale orario cadenzato e, attreverso l’avvio di un Tavolo Tecnico tra i funzionari Trenitalia/ RFI e Ufficio Mobilità della Regione FVG, trasformarlo in un orario strutturato confacente alle esigenze dell’Utenza. L’idea dei comitati è quella di avviare nei prossimi mesi un sondaggio informativo finalizzato a verificare le abitudini, le richieste e la propensione di viaggio dell’Utenza, la quale dovrà essere coinvolta con adeguati strumenti di partecipazione attiva.

"Dopo decenni di sofferenze e disservizi, con l’entrata in esercizio dei nuovi CAF e la conseguente rivisitazione dell’orario, il Friuli Venezia Giulia ferroviario ha la più grande occasione per poter uscire dalla marginalità di un servizio oggi relegato a mera comparsa e sussidiario rispetto a quello su gomma", spiega il Coordinamento dei Pendolari del Friuli Venezia Giulia. "Se invece si vuole perseguire la strada del rattoppo- continuano- , ci chiamiamo fuori. La riduzione, ad esempio, dei tempi di viaggio, grazie all’entrata in vigore dei nuovi CAF, dovrà essere debitamente testata sul campo. In particolare - aggiungono i pendolari - sarà fondamentale capire se i CAF verranno impiegati indistintamente per tutti i collegamenti, oppure se il gestore opterà per una turnazione del materiale del parco rotabile a sua disposizione. Alcune modifiche che proponiamo fin da ora, totalmente a costo zero, sono a nostro avviso utilizzabili già da giugno o al massimo da settembre".

LEGGI TUTTE LE PROPOSTE, PUNTO PER PUNTO,  DEL COORDINAMENTO DEI PENDOLARI FVG

"Non soffriamo di alcun delirio d’onnipotenza per imporre modifiche- proseguono. Riteniamo evidente che l’offerta dei servizi ferroviari debba necessariamente confrontarsi con la domanda di chi utilizza quotidianamente il treno, tenendo altresì conto della domanda potenziale. L’orario rappresenta una delle condizioni base per garantire un trasporto ferroviario efficiente e adeguato alle necessità di mobilità dei Cittadini. A fronte di ciò - continuano i referenti dei pendolari -, ci attendiamo un ripensamento da parte di Trenitalia e della Regione FVG dell’attuale modello d’orario, passando da un cadenzamento formale ad un orario strutturato, per offrire ai clienti adeguate soluzioni alle molteplici esigenze di mobilità. In quest’ottica è doveroso che si approcci il problema con un metodo di lavoro condiviso ed organizzato tra le parti interessate (Regione FVG, Trenitalia e Utenza rappresentata). Quello che chiediamo - continuano-  a Regione FVG e Trenitalia è l’avvio di un lavoro di programmazione e pianificazione di un orario strutturato e funzionale, da portare a regime a dicembre 2015. A tal fine riteniamo indispensabile che si debbano valutare situazioni presenti sul Territorio (es. poli scolastici e universitari, industrie, uffici, centri di interesse turistico e di interscambio), integrando le informazioni già in possesso, con ulteriori, che dovranno essere assunte direttamente 'sul campo'."


 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Udine usa la nostra Partner App gratuita !

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento