«I controlli siano momenti formativi e non azioni repressive per le aziende»

Appello di Confartigianato agli organi ispettivi, alla vigilia della ripartenza delle imprese

Alla vigilia del 4 maggio e dell’avvio in forze della Fase 2, il presidente regionale di Confartigianto Fvg, Graziano Tilatti e i presidenti provinciali Dario Bruni, Ariano Medeot e Silvano Pascolo raccolgono e rilanciano l’appello del tessuto produttivo artigiano del Friuli Venezia Giulia.

Confartigianato raccoglie le richieste preoccupate del territorio e si rivolgono a Guardia di Finanza, Carabinieri, Agenzia delle Entrate, Polizia locale Fvg. «L’auspicio è di un rapporto costruttivo tra imprese e istituzioni, per realizzare insieme un equilibrio complesso»

La lettera

Alla vigilia del 4 maggio, data che consentirà l’avvio di molte delle attività che erano rimaste ancora bloccate per contrastare la diffusione della pandemia da Coronavirus, Confartigianato Imprese Fvg scrive una lettera aperta a tutti gli organi di vigilanza, affinché i controlli necessari e doverosi che saranno effettuati per verificare la legittimità dell’apertura e il rispetto dei protocolli di sicurezza diventino occasione di incoraggiamento e non di ulteriore frustrazione per le aziende.

«In questo momeno particolarmente complesso», spiegano i presidenti, riferendosi a Guardia di Finanza, Carabinieri, Agenzia delle Entrate e Polizia locale del Friuli Venezia Giulia, «le nostre aziende hanno bisogno di essere sostenute e tutelate per ripartire nei migliori dei modi possibile, non di essere ulteriormente vessate con azioni repressive». Tilatti ed i presidenti provinciali Bruni, Medeot e Pascolo si fanno interpreti delle preoccupazioni che stanno emergendo in ogni settore dell’artigianato, sia tra i comparti che sono rimasti aperti, sia tra quelli che ripartiranno da lunedì dopo mesi di lockdown.

L’auspicio, prosegue il presidente degli artigiani del Friuli Venezia Giulia, è dunque che «le visite ispettive possano trasformarsi in momenti di incontri formativi, in una prospettiva di collaborazione fra imprese e organi istituzionali, al fine di riuscire in un compito sfidante: garantire ogni forma di sicurezza e far ripartire l’economia della regione», conclude Tilatti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, una 28 enne finisce in terapia intensiva

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • Un friulano è "fotografo dell'anno" per National Geographic

  • Fedriga: "Misure restrittive proprio per evitare un nuovo lockdown"

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento