menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polizia Postale di Udine, nel 2014 sgominata una rete di 27 pedofili

Il bilancio degli agenti contro i crimini informatici ha trovato il massimo risultato nell'operazione 'Micione mio' dello scorso aprile. Scoperti anche accessi abusivi al sito degli Invalsi

La Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni di Udine ha chiuso un’importante operazione (Operazione “micione mio”) contro una community di 27 pedofili i quali adescavano minorenni facendo anche credere loro di essere promoter di agenzie di moda e si scambiavano i riferimenti di contatto.

Essi adescavano le bambine mediante una community di Netlog e, dopo essersi scambiati i riferimenti, intrattenevano rapporti con loro attraverso Messenger, Skype e WhatsApp, acquisendo filmati e foto delle loro conversazioni in cam in cambio di ricariche telefoniche o sotto minaccia

Alcuni degli indagati avevano anche creato diversi profili e si presentavano volta per volta sotto mentite spoglie per disorientare e sorprendere la vittima.   

Sono state eseguite 27 perquisizioni in 14 regioni italiane, coordinate dal Centro Nazionale per il Contrasto alla Pedopornografia On-Line di Roma e dal Compartimento Polizia Postale di Trieste, e sono stati sequestrati: 22 computer, 46 hard disk, 508 supporti CD e DVD, 46 pen drive usb, 50 telefoni cellulari e sim card, 11 memory card.

La dipendente Sezione di Udine ha anche individuato, prima che la cosa potesse invalidare una prova d’esame, un residente di quella provincia che insieme ad altre due persone si era intrufolato abusivamente nel sito dell’INVALSI, prendendo cognizione delle tracce di una prova d’esame.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento