rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
controlli in provincia

Lavoro nero e irregolarità: nel mirino bar e aziende agricole, sospesa anche una tappezzeria

Controlli a tappeto del Nucleo ispettorato carabinieri del lavoro di Udine. In totale le sanzioni ammontano a 150 mila euro, serrande abbassate per tre esercizi commerciali

Sospese le attività di due bar per lavoro nero e di una tappezzeria per gravi violazioni sulla sicurezza. In tutto sono stati controllati 57 i lavoratori. E sono state stabilite sanzioni per un totale di 150 mila euro. Questi i risultati dei controlli effettuati dal Nucleo ispettorato carabinieri del lavoro di Udine, con la collaborazione dei carabinieri di Udine e Palmanova. Attività svolte per prevenire e reprimere i fenomeni dello sfruttamento del lavoro e di quello sommerso e a verificare il rispetto della normativa sulla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

Sospesi due bar e una tappezzeria

In un bar di Dignano è stata riscontrata la presenza un lavoratore in nero. Per questo è stata sospesa l'attività e comminate sanzioni per 17 mila e 400 anche anche per omessa formazione sulla sicurezza dei lavoratori e la mancanza della cassetta di primo soccorso.

In un bar di Tavagnacco, tre lavoratori su tre presenti non erano in regola. Disposta la sospensione dell’attività imprenditoriale per lavoro nero e per gravi violazioni della sicurezza. Rilevata anche la violazione relativa al pagamento di retribuzioni effettuate in contanti. Le sanzioni ammontano a 37 mila e 200 euro.

Sospesa l'attività per gravi violazioni in materia di sicurezza per una tappezzeria di San Giovanni al Natisone. Riscontrate violazioni in materia di redazione del Documento Valutazione dei Rischi, omessa formazione sulla sicurezza ai lavoratori e la mancanza di cassetta di primo soccorso. Le sanzioni ammontano per 28 mila euro.

Controlli in aziende agricole

Due aziende agricole sono state controllate dai militati dell'Arma dei Carabinieri. A San Daniele in un’azienda agricola sono state irrogate sanzioni per 63 mila e 400 euro per violazioni sulla sicurezza per l’omessa formazione dei lavoratori e sottoposizione a visite mediche. Violazione anche in merito del pagamento di retribuzioni effettuate in contanti. A seguito di un controllo effettuato presso un fondo agricolo a Sedegliano è stata riscontrata la presenza di un lavoratore in nero. Sanzioni per 3 mila e 600 euro.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro nero e irregolarità: nel mirino bar e aziende agricole, sospesa anche una tappezzeria

UdineToday è in caricamento