rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Cronaca Centro Studi / Viale Cadore

Al via i lavori sperimentali per la sistemazione di viale Cadore

Realizzato breve tratto con materiale innovativo per cercare di risolvere l'annoso problema delle radici degli alberi

L’amministrazione comunale sta pensando a come cambiare look ad uno dei principali viali della città che, al momento, risulta particolarmente danneggiato a causa delle radici di alcuni pini decorativi posizionati ai lati delle carreggiate anni fa. Parliamo di viale Cadore che oramai risulta dissestato in più punti e che, per questo motivo, necessita di un intervento di risanamento. Due le ipotesi per la realizzazione dell’opera a disposizione dell’amministrazione comunale: “La prima, immediatamente scartata – fa sapere l’assessore Enrico Pizza – di eliminare gli alberi procedendo alla riasfaltatura e al rifacimento della ciclabile e del marciapiede. La seconda, invece, avviata in via sperimentale negli scorsi giorni, che consiste nella rimozione dell’asfalto, del porfido ed dei cordoli dissestati, con il posizionamento di un materiale appositamente studiato che riesca a dare “respiro” alle radici e che allo stesso tempo possa essere percorso in tutta tranquillità sia dai pedoni che dalle biciclette. Se l’intervento incontrerà il consenso dei cittadini ha concluso Pizza – vorremmo risistemare tutto il viale e apportare le stesse migliorie anche in via Pieri.

Lavori viale Cadore contro radici alberi

Un’opera inclusa nel maxipiano di interventi di riqualificazione delle strade che recentemente ha interessato anche via Tavagnacco: “Voglio rassicurare i cittadini – ha concluso Pizza - che stiamo parlando di un’ asfaltatura provvisoria che sarà sistemata tra circa 8 mesi, lasso di tempo necessario al terreno per assestarsi”. 

Al via il maxi-piano di interventi per sistemare le strade di Udine

Comune di Udine: 43 milioni di investimenti per strade e periferie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via i lavori sperimentali per la sistemazione di viale Cadore

UdineToday è in caricamento