Partiti i lavori in viale Venezia, il comitato chiede lo stop

A due giorni dalla partenza dei lavori per la prima rotonda, il comitato "Salviamo viale Venezia" chiede il blocco in attesa dei pronunciamenti

Partiti i lavori per la costruzione della prima rotonda in viale Venezia, tra via Birago e via Ternova. A due giorni dall'inizio, però, il comitato "Salviamo viale Venezia" ha chiesto uno stop immediato, in attesa dei pronunciamenti.

L'accusa

Il comitato ha inoltrato, quindi, una nuova richiesta in Procura. "Disatteso il fondamentale e imprescindibile confronto promesso dalle Istituzioni con i cittadini denuncia il comitato - ma soprattutto è stata violata la sospensiva conseguente ai procedimenti amministrativi in corso e alla presentazione del ricorso al Capo dello Stato depositato dal Comitato “Salviamo viale Venezia” che rileva invece come, nonostante l'emergenza sanitaria, il Lidl non si sia fermato, anzi abbia pensato bene, in pieno lockdown, di opporsi al ricorso al Presidente della Repubblica inviando le notifiche ai componenti del gruppo”, fa sapere la portavoce Irene Giurovich.

Le iniziative

In segno di protesta contro i lavori in viale Venezia, il comitato aveva organizzato un incontro pubblico, una raccolta firme e una manifestazione simbolica di incatenamento agli alberi. A seguito di alcuni faccia a faccia con il vicesindaco Loris Michelini, inoltre, erano stati richiesti vari atti. "Alla lettura di quegli atti sono emerse responsabilità politiche trasversali finite in esposti in Procura che a febbraio ha aperto un fascicolo”, fa sapere il comitato, che rincara: "Oggi il comitato torna ad alzare la voce per denunciare l'ennesimo sfregio contro i diritti della democrazia e dell'esercizio dei diritti giuridici che devono determinare lo stop ai lavori iniziati in violazione dei principi costituzionalmente riconosciuti. Alla Procura è stato chiesto un intervento urgente nel rispetto della sospensiva".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La situazione

La richiesta di perizia giurata avanzata dal comitato sulla relazione relativa allo stato di salute degli alberi che verranno abbattuti per far posto alla rotonda è stata rigettata dall'amministrazione comunale. “Non risultano, inoltre, a quanto ci è dato attualmente sapere, adeguate verifiche della perizia di parte (Lidl) del forestale Antonio De Mezzo richieste dall'amministrazione (di oggi ma anche di ieri) all'ufficio del verde pubblico del Comune, o ad altri”. Nel ricorso era richiesto l'annullamento degli atti previa sospensiva; da contatti intercorsi questa mattina con i competenti uffici di Roma si chiarisce che sarebbe buona norma attendere il pronunciamento degli organi di competenza prima di iniziare l'opera. Cosa che – evidentemente - l'amministrazione, al corrente dell'intero iter, ha ritenuto di non fare, dando ugualmente l'avvio ai lavori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

  • Tre nuovi decessi da Covid19 in FVG: si tratta di due 78enni e un 59enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento