Impianti sportivi, al via i lavori al vecchio campo dei Forti & Liberi

L'area, che verrà riqualificata completamente per la primavera del 2013, prevede la realizzazione di nuovi spogliatoi e lavori di manutenzione varia, per un importo complessivo di 860.000 euro

La consegna lavori

Nuovi spogliatoi e una riqualificazione complessiva delle strutture a disposizione. Sono questi gli elementi salienti dell’intervento di ampliamento e sistemazione del complesso sportivo di viale dello Sport, partito il 10 luglio con la consegna dei lavori alla ditta appaltatrice, la società cooperativa Impianti Civili Industriali di Ronchi dei Legionari, alla presenza del sindaco di Udine Furio Honsell, dell’assessore alla Gestione Urbana Gianna Malisani, del consigliere delegato di quartiere Agostino Maio e di una nutrita rappresentanza dell’associazione sportiva Libero Atletico Rizzi guidata dal presidente Elio Moretti. L’opera, per la quale il Comune investirà circa 860 mila euro, sarà completata entro la primavera del 2013.

“È un intervento molto importante e molto atteso – sottolinea il sindaco Honsell –, soprattutto perché riguarda una delle strutture sportive più utilizzate in città”. Un contributo fondamentale all’effettivo avvio del progetto è arrivato dal consigliere comunale e delegato di quartiere Agostino Maio, che nel 2007 presentò un emendamento in Consiglio comunale per la definitiva assegnazione delle risorse. “È una grande soddisfazione perché finalmente coroniamo la conclusione di un percorso – spiega Maio – sostenendo una società giovanile come il Libero Atletico Rizzi che vanta il maggior numero di tesserati della provincia, 330,  e che svolge un ruolo fondamentale a livello sociale. Basti pensare che il 70% degli iscritti proviene da questa circoscrizione”.

Tre le opere principali previste: la costruzione del nuovo edificio da adibire a spogliatoi e servizi, la ristrutturazione del fabbricato esistente e la realizzazione di sistemazioni esterne per contenere eventuali esondazioni del torrente Cormor.

La nuova struttura sarà articolata in due edifici, collegati da un percorso coperto da una pensilina. Una seconda pensilina, di maggiori dimensioni, garantirà un collegamento con l’edificio di servizio esistente coprendo così uno spazio utilizzabile per la sosta degli utenti del centro sportivo.

Dal punto di vista energetico la nuova struttura, che sarà certificata Casa Clima B, proporrà soluzioni all’avanguardia: la produzione di acqua calda sanitaria sarà garantita dall’installazione di pannelli solari sulla copertura, con l’integrazione del sistema tradizionale a gas metano. Il progetto prevede che il sistema di captazione solare consenta di coprire almeno il 50% del fabbisogno annuo di energia per la produzione di acqua calda sanitaria.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta da un’acquasantiera, muore a 7 anni

  • Minorenne al volante per un giro con sette amici si schianta e muore a 15 anni

  • Chi era Daniele Burelli: aveva una passione profonda per le auto e i motori

  • Incidente all'alba, muore una mamma mentre accompagna la figlia a scuola

  • Taylor Mega ubriaca in diretta tv: "sono friulana, l'alcol dovrei reggerlo"

  • "Non fate il suo stesso errore", così la famiglia Burelli ricorda il ragazzo e lancia un appello

Torna su
UdineToday è in caricamento