rotate-mobile
Cronaca

Condannato in Italia, si nascondeva in Lussemburgo: arrestato

I carabinieri del Nucleo investigativo udinese hanno scovato nel Granducato un 57enne, che deve scontare una pena di oltre due anni di reclusione

Un latitante 57enne cittadino armeno, pregiudicato e accusato di rapina, è stato arrestato ieri in Lussemburgo al termine di un indagine diretta dal Procuratore Raffaele Tito, e condotta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando di Udine e della Stazione di Mortegliano.

L’IMPUTAZIONE. A carico del soggetto la Procura aveva emesso un Ordine di Carcerazione per una pena definitiva di due anni, quattro mesi e 29 giorni di reclusione. 

LA FUGA. Prima che la misura restrittiva fosse attuata, però, l'uomo aveva abbandonato il territorio italiano. Di conseguenza era stato emesso un Mandato d'Arresto Europeo, estendendo le ricerche in campo internazionale e delegandone l'esecuzione al Nucleo Investigativo. 

IL RITROVAMENTO. Le indagini, con il coordinamento e il supporto strategico del Servizio Interpol, hanno individuato il rapinatore nel granducato, dove è stato arrestato dalla polizia locale. L'operazione di rientro del cittadino armeno avverrà grazie all’ausilio del Servizio Interpol.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato in Italia, si nascondeva in Lussemburgo: arrestato

UdineToday è in caricamento