Cronaca

Alto ufficiale lascia l'eredità al Comune per i poveri della città

Il generale di corpo d'armata, Biagio Cacciola ha destinato la somma di 20 mila euro affinché possa aiutare i meno fortunati

clochard

Un atto di generosità e di umanità, quello compiuto da Biagio Cacciola, generale di corpo d'armata, che è venuto a mancare a fine marzo 2021. Il militare ha lasciato una somma di 20mila euro al Comune di Udine nelle suo testamento chiedendo che la cifra fosse messa a disposizione per aiutare i poveri della città di Udine. Il Sindaco Pietro Fontanini, visibilmente colpito da questo gesto altruistico, ha informato che sono stati individuati due beneficiari compatibili per dare seguito alle ultime volontà del generale Cacciola e la cifra è stata equamente divisa tra la Caritas e la Croce Rossa. La Caritas, in particolare, potrebbe così sostenere l'Asilo Notturno Il Fogolar, dove i clochard spesso vengono accolti per non passare la notte all'adiaccio. La CRI, invece, assiste con continuità  i senza fissa dimora che vivono sul territorio portando loro medicinali, generi alimentari e altri generi di conforto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alto ufficiale lascia l'eredità al Comune per i poveri della città

UdineToday è in caricamento