Parapendio precipitato al suolo? No, era solo una lanterna cinese

Soccorsi all'opera nella zona di Arta Terme e dintorni sabato sera, alla ricerca di un parapendio che sarebbe precipitato. L'allarme era stato dato da alcuni passanti, poi la scoperta di un altro "velivolo"

I tecnici del Soccorso Alpino di Forni Avoltri e i militari della Guardia di Finanza di Tolmezzo hanno cercato per diverse ore un parapendista disperso nella zona di Arta Terme nella sera di sabato. L'allarme è stato lanciato attorno alle 19.30 da alcuni passanti che hanno dichiarato di aver visto lo sportivo volteggiare e poi perdere improvvisamente quota finendo a grande velocità nel bosco nella zona del torrente Chiarzò, in direzione di Cedarchis e Paularo.

Dopo il sorvolo da parte dell'elicottero del 118, ha dato esito negativo anche quello del velivolo della Protezione civile regionale che è rimasto in quota fino a che ci sono state condizioni di visibilità accettabili. A quel punto, in assenza di chiamate di soccorso e di denunce di scomparsa, le squadre di soccorso hanno deciso di rientrare.

Il mistero è stato svelato da lì a un paio d’ore, con buona pace di tutti quanti. Quando erano le 21.45, infatti, nel bosco di Piedim i soccorritori si sono imbattuti in una “lanterna cinese”, alta un metro e mezzo e con una circonferenza di una cinquantina di centimetri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • La "speranza per Maria" si è spenta in maniera tragica

  • Incidente all'alba, muore una mamma mentre accompagna la figlia a scuola

  • Minorenne al volante per un giro con sette amici si schianta e muore a 15 anni

  • Taylor Mega ubriaca in diretta tv: "sono friulana, l'alcol dovrei reggerlo"

  • Incidente mortale, grave una 25enne barista a Lignano

Torna su
UdineToday è in caricamento