menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parapendio precipitato al suolo? No, era solo una lanterna cinese

Soccorsi all'opera nella zona di Arta Terme e dintorni sabato sera, alla ricerca di un parapendio che sarebbe precipitato. L'allarme era stato dato da alcuni passanti, poi la scoperta di un altro "velivolo"

I tecnici del Soccorso Alpino di Forni Avoltri e i militari della Guardia di Finanza di Tolmezzo hanno cercato per diverse ore un parapendista disperso nella zona di Arta Terme nella sera di sabato. L'allarme è stato lanciato attorno alle 19.30 da alcuni passanti che hanno dichiarato di aver visto lo sportivo volteggiare e poi perdere improvvisamente quota finendo a grande velocità nel bosco nella zona del torrente Chiarzò, in direzione di Cedarchis e Paularo.

Dopo il sorvolo da parte dell'elicottero del 118, ha dato esito negativo anche quello del velivolo della Protezione civile regionale che è rimasto in quota fino a che ci sono state condizioni di visibilità accettabili. A quel punto, in assenza di chiamate di soccorso e di denunce di scomparsa, le squadre di soccorso hanno deciso di rientrare.

Il mistero è stato svelato da lì a un paio d’ore, con buona pace di tutti quanti. Quando erano le 21.45, infatti, nel bosco di Piedim i soccorritori si sono imbattuti in una “lanterna cinese”, alta un metro e mezzo e con una circonferenza di una cinquantina di centimetri. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento