menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La zona di via San Daniele

La zona di via San Daniele

Lancia oggetti in strada dal nono piano: per fermarla Vigili del fuoco e Polizia

Una professoressa in pensione ha tenuto banco nel pomeriggio di lunedì tra via San Daniele e via San Vito al Tagliamento. Dalla finestra sono volati un vaso in ceramica e una bottiglia. Nessuna conseguenza tra i passanti

Vigili del fuoco, ambulanza, polizia e auo medica. Un bel da fare per arginare una profesoressa in pensione che nel pomeriggio di ieri, all'incorocio tra via San Daniele e via San Vito, ha iniziato a lanciare in strada diversi oggetti.

Come racconta il Messaggero Veneto "ha incominciato con le carte da gioco, un intero mazzo giù dal nono piano. E fin lì nessuno si è preoccupato anche perché non era la prima volta che la donna lanciava bigliettini dalla finestra. Il problema è che pochi minuti dopo, quando erano da poco passate le 16.30, l’anziana è passata all’“artiglieria” pesante. Prima un vasetto in ceramica, poi una bottiglia. Fortunatamente il tiro al bersaglio non ha fatto feriti. Il gesto della donna, una professoressa ora in pensione, ha causato solo lievi danneggiamenti a un’auto in sosta e un bello spavento a chi stava passando nella pista ciclabile e sul marciapiede".

La signora non è nuova a episodi di questo tipo. Il giovedì della passata settimana aveva preso le stesse iniziative, ma in quel caso aveva smesso dopo una breve trattativa, mentre ieri non ne voleva proprio sapere di aprire la porta del suo appartamento. Anche la chiusura della vicenda è interessate.

"I pompieri hanno allora provato ad avvicinarsi alla sua finestra con l’autoscala, a circa 25 metri d’altezza, si sono visti lanciare contro il telefono con tanto di segreteria telefonica. Come se non bastasse l’anziana si è affacciata alla finestra impugnando un coltello e ha tirato su la persiana elettrica. Per poter manovrare in sicurezza con l’autoscala, la polizia municipale ha inizialmente ristretto anche un tratto della carreggiata, e nell’area verde antistante il palazzo si è radunata una piccola folla di curiosi. Solo alle 17.45, al secondo tentativo, i vigili del fuoco insieme a un poliziotto della Squadra volante sono riusciti a entrare nell’appartamento della donna passando da un’altra finestra. La donna si trovava in stato confusionale e aveva accanto a sé diversi coltelli da cucina, non ha opposto alcuna resistenza, ma si è rifiutata di consegnare le chiavi dell’appartamento. I pompieri e il poliziotto si sono così ritrovati chiusi all’interno ed è stato necessario chiamare un fabbro per smontare la porta blindata e portare via l’ex professoressa con l’ambulanza, operazione che si è conclusa soltanto dopo le 20."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento