Successo per la Maratonina Internazionale Città di Udine, incoronato Noel Hitimana

Il velocissimo Hitimana, originario del Ruanda ha chiuso in un tempo di 1h 00’37”, seconda posizione per il keniota Risper Chebet.

I vincitori sul podio

Il Ruanda domina la classifica della Maratonina Internazionale Città di Udine e incorona "re" uno straordinario Noel Hitimana, che stamattina ha dato spettacolo su un inedito, sempre velocissimo tracciato di gara racchiuso nel territorio del Comune di Udine, con partenza da piazza I Maggio e traguardo in via Vittorio Veneto. 

Hitimana ha chiuso in un tempo di 1h00’37”, staccando di poco il vincitore dell'edizione 2018 della Maratonina, Moses Kipngetic Kemei, che ha a lungo dominato la gara e che si è classificato al secondo posto con un tempo di 1h00'48"; terza posizione per il keniano John Kipkoech, che ha fermato il cronometro a 1h01'54". Ha invece brillato la stella della keniana Winfridah Moraa Moseti nella gara femminile: primato personale per la campionessa, che ha percorso i 21.097 chilometri della mezza udinese in 1h09'07".

Seconda posizione per Risper Chebet, sempre dal Kenya, che ha chiuso in 1h09'37". Terza, con un tempo di 1h12'21", l'italiana Valeria Straneo. Buono anche il risultato degli italiani Francesco Bona, ottavo con un tempo di 1h05'45", e Abdoullah Bamoussa arrivato in nova posizione (1h06'05").

Borgo San Lazzaro (con 2h32’53”), abbinato agli atleti Michele Flumian (1h16’21”) e Teresa Montrone (1h16’32”) ha vinto il Palio dei Borghi. Secondo Borgo Poscolle (con la coppia Filippo Bertossi, 1h22'23", e Simona Rizzato, 1h30’34”), terzo Borgo Villalta (rappresentato da Luigi Mingione, 1h24'03", e Chiara Fantini, 1h33'37").

Un successo

Ben 1241 gli iscritti alla Maratonina del ventennale , a conferma del potere attrattivo e della notorietà acquisita da un evento che si conferma tra gli appuntamenti più apprezzati nel panorama delle corse su strada italiane. In pista anche lo Sweet Team dell'Associazione Nazionale Italiana Atleti Diabetici Fvg, un gruppo di corridori affetti da diabete, appunto, che hanno corso la mezza maratona per testimoniare come una patologia cronica non può certo rappresentare un ostacolo alla pratica di attività sportiva, fondamentale per il mantenimento in buona salute.

 E affollatissima, in linea con la migliore tradizione, è stata pure la StraUdine, la corsa per tutti,  che quest'anno è partita da via Savorgnana: addirittura un migliaio le persone che hanno voluto cimentarsi sui 7 chilometri dell'itinerario, racchiuso nel cuore del centro storico. Una grande festa dello sport, come sempre, nel segno del movimento e dell'aggregazione.

Il bilancio

Nell'insieme, dunque, un bilancio eccellente per l'attesa edizione del ventennale, contraddistinta in particolare dalla spettacolare novità (in scena nella serata di sabato 21 settembre) della Salita del Castello, varata proprio per celebrare l'importante ricorrenza e destinata a rinnovarsi nei prossimi anni, con un numero di partecipanti (a invito) pari a quello di ogni edizione: a segnare il record di velocità sulla rampa che porta in cima al colle Diego Dalla Costa (con 49,01"). Nelle parole del presidente dell’Associazione Maratonina Udinese, Paolo Bordon, il grande compiacimento per l’esito di una manifestazione particolarmente cara al pubblico friulano, che l'ha seguita con partecipazione in tutto il suo sviluppo, sull'arco delle due giornate: «Grazie – ha dichiarato Bordon – a quanti hanno scelto di correre la mezza maratona e di aderire ai numerosi eventi collaterali.

Ancora una volta il programma è stato capace di coinvolgere varie categorie di persone, dalle scuole (con la Staffetta Cafc) ai bambini e alle famiglie, protagonisti della Minurun Despar, fino agli amici a quattro zampe, cui è riservata la Corsa con il cane Schesir. Il risultato dell'intensa due giorni è il frutto di un impegno collettivo, intenso e appassionato.

 Le premiazioni si sono svolte sul palco di piazza Libertà, alla presenza del presidente dell'Associazione Maratonina Udinese, Paolo Bordon, del vicepresidente Venanzio Ortis, dell'assessore Pizzocaro, dell'assessore allo sport del Comune di Tavagnacco, Alessandro Spinelli, del vicepresidente di Civibank (main sponsor) Guglielmo Pelizzo, di Alfonso Bruno, presidente del Lions Club Udine Duomo, e di Mario Benedetti, consigliere della sezione udinese dell'Ana. In piazza Duomo, invece, si sono tenute le premiazioni della StraUdine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e spostamenti verso i congiunti fuori regione: cosa succede dal 16 gennaio

  • Il Fvg è arancione: ecco tutte le regole in vigore da domenica 17

  • Verso la zona arancione: cosa cambia in Friuli Venezia Giulia e da quando

  • Coronavirus in Fvg, 20 vittime e 739 ricoveri: numeri drammatici

  • La "nuova era" finisce presto, stop alla produzione della birra friulana Dormisch

  • Casa completamente a fuoco in zona Udine Nord

Torna su
UdineToday è in caricamento