La “Cittadinanza studentesca” di Travain illustrata a Udine presso il Club Unesco

Conferenza in lingua friulana dell'innovativo docente udinese per la Giornata Internazionale degli Studenti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

In occasione della Giornata Internazionale degli Studenti (17 novembre), il prof. Alberto Travain, docente e presidente del Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico "Fogolâr Civic" e del Circolo Universitario Friulano "Academie dal Friûl" nonché delegato presidenziale per formazione civica e cittadinanza attiva del Club per l'Unesco di Udine, ha tenuto, giovedì 16 novembre 2017, una conferenza in lingua friulana presso la sede accademica di Palazzo di Toppo Wassermann intitolata “Citadinât studentesc te dotrine di un professôr furlan di scuele mezane ossia cittadinanza studentesca della didattica di un docente friulano di scuola media, appuntamento nel quadro degli incontri pubblici organizzati dal suddetto Club storicamente diretto dalla prof.ssa Renata Capria D'Aronco.

Travain ha preso le mosse dalle originarie finalità delle scuole dell'obbligo negli Stati moderni e contemporanei, orientate alla formazione di sudditi obbedienti capaci di leggere, di scrivere e far di conto, ricordando come ufficialmente oggi si affermi di mirare inveca a formare cittadini critici. Ripercorrendo le tappe della vicenda dell'insegnamento dell'educazione civica nelle scuole statali italiane, materia poliedrica, gangiante persino nel nome e certo trasversale, fondamentalmente associata agli studi storico-geografici, il docente udinese ha illustrato la propria proposta didattica in detto specifico campo richiamando alla necessità di una formazione all'aggregazione e alla federazione, alla convivenza e alla cooperazione, alla comunità e alla giustizia da vivere tra i banchi di scuola, attraverso modelli di autogestione guidata e presidiata – Travain a parlato di “republichis studentescjis” – traenti ispirazione dalle più gloriose tradizioni di partecipazione e di autogoverno dei corpi studenteschi in seno alle prime Università d'Europa “che il Friûl al à vude la prime – ha ricordato il professore – destinade ai students de Mittel-Europe”. Di “nationes” e “universitates” medievali Travain in questi anni ha riproposto alle sue scolaresche un adeguatamente semplificato esempio, vedendo inalberare insegne studentesche, convocare assemblee, configurare e votare statuti e costituzioni, ordinamenti, magistrature, iniziative procedenti “dal basso”, dal corpo alunni. Naturalmente, ha rimarcato l'insegnante, quelle esperienze sono riuscite appieno dove maggiore è stato l'illuminato appoggio di dirigenti scolastici, docenti e genitori .

Travain ha ricordato gli eventi civico-scolastici da egli stesso creati integrando senz'altro anche la liberale collaborazione dei sodalizi da lui presieduti e la presenza di rappresentanze istituzionali: le infiorate studentesche in omaggio a Giulio Cesare, padre di un Friuli rinnovato cuore e compendio europeo di lingue ed etnie, e al patriarca aquileieise Bertrando, anch'esso padre di una patria regionale e transfrontaliera nonché della prima Università friulana e centroeuropea; il Carnevale Civico Studentesco nella ricorrenza della “Joibe Grasse” 1511, prima grande rivolta di popolo dell'Europa moderna; il Maggio Civico Studentesco riverberante antiche tradizioni di rinnovamento primaverile della comunità con ideale adozione, assunzione in custodia, del territorio, del mondo intero e del relativo patrimonio culturale e ambientale. Momenti pubblici, solenni, emozionanti, di conferma di quanto imparato, sperimentato, progettato. “Cittadinanza studentesca”, dunque, come laboratorio e palestra veri, vissuti, di consorzio civile, democratico, partecipato e radicato in un passato locale e internazionale di grande respiro nel cuore d'Europa! Un importante contributo scolastico al progresso della società e della sua coesione e armonia comunitarie!

Torna su
UdineToday è in caricamento