Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

#iosonoMecenate del Css arriva quarto al concorso nazionale del ministero

Il progetto del Css teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia si classifica quarto al concorso nazionale 'Progetto Art Bonus dell'Anno'

“#iosonoMecenate”, lo speciale format online ideato dal Css Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia durante il lockdown della primavera 2020, si aggiudica il quarto posto al concorso nazionale “Progetto Art Bonus dell’Anno”.
Udine, infatti, ha sfiorato il podio tra i 200 progetti in gara nel concorso che premia le migliori proposte finanziate attraverso lo strumento Art Bonus predisposto dal Ministero della Cultura.

«Questo prestigioso premio – dichiara Alberto Bevilacqua, presidente del Css – è per noi un importante riconoscimento artistico e progettuale al nostro teatro che è riuscito, anche in questo drammatico momento storico, a tenere vivo il rapporto con gli artisti, le istituzioni pubbliche e private e la comunità di spettatori. L’iniziativa #iosonoMecenate - #iorestoacasacon è stata ideata con l’intento di far conoscere e incoraggiare il mecenatismo culturale sostenuto attraverso il concreto strumento governativo predisposto dal Ministero a supporto dell’arte. Vogliamo condividere questo importante riconoscimento – conclude – con i 61 artisti che hanno vissuto insieme a noi le difficili serate di marzo e aprile 2020, e soprattutto coi magnifici 303 mecenati che hanno acceso la speranza per un futuro migliore».

Gli artisti che hanno aderito all’idea sono: Marta Cuscunà, Teho Teardo, Agrupación Señor Serrano, Teatro Incerto, Fabrizio Pallara, Ksenija Martinovic, Roberto Anglisani, Fabrizio Arcuri, Claudio Moretti, Manuel Buttus e Roberta Colacino, Nicoletta Tari con Filippo Ieraci, Paolo Fagiolo con Alan Malusà Magno e Federico Petrei, Matteo Bevilacqua, Francesco Collavino, Massimo Somaglino, Giuliano Scarpinato, Gabriele Benedetti, Rita Maffei, Luigina Tusini, Coro Popolare della Resistenza.

Per ognuno di loro è stato aperto un rispettivo intervento Art Bonus sulla piattaforma Ministeriale, una raccolta fondi, destinata all’artista per la realizzazione dei propri progetti futuri. In questo modo ogni spettatore digitale ha potuto sostenerli diventando mecenate per l’arte e la cultura. Il format di visioni “a distanza” prevedeva, infatti, che gli artisti venissero scritturati per la giornata di lavoro dal Css, mentre gli spettatori tramite l’Art Bonus potessero effettuare un’erogazione liberale destinata, assieme al cachet corrisposto dal centro di produzione udinese, interamente agli artisti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

#iosonoMecenate del Css arriva quarto al concorso nazionale del ministero

UdineToday è in caricamento