menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abusivi a Lignano, il lamento: «Una pressione continua»

La cronaca di un lunedì mattina sulla spiaggia di Sabbiadoro, tra massaggiatrici e venditori c'è poco tempo per la tintarella e molto per la trattativa

Nell’attesa della pattuglia di guardie giurate - di pochi giorni fa la notizia dell’iniziativa - a Lignano si continua a doversi imbattere negli ambulanti abusivi. «E che sarà mai?», potrebbe pensare qualcuno. "Che male possono fare un paio di venditori abusivi, al massimo portano un po’ di allegria in spiaggia, non danno fastidio a nessuno". Sono in tanti però anche a pensarla nella maniera opposta, specie se i personaggi in questione sono abbondantemente più di un paio. Tra le persone infastidite un nostro lettore, che ci ha documentato l’inizio settimana nella zona dell’ufficio 17, a Sabbiadoro.

Non si racconta di un sabato o di una domenica, ma di un poco frequentato - rispetto ai week-end - lunedì mattina. A partire dalle 9, nel giro di un’ora, il “traffico” è consistente, con almeno sette protagonisti. «Una pressione continua», come ci è stato riferito. Si parte con un paio di massaggiatrici cinesi, più mattiniere rispetto ai colleghi che vendono cianfrusaglie, per arrivare poi agli storici africani. La persona che ci ha segnalato la cosa riflette sulla dubbia utilità di stangare i venditori. «Andrebbero penalizzati quelli che si approfittano di loro, e anche quelli che acquistano i diversi tipi di merce, legittimando questo mercato». Già, bisognerebbe agire così. Nel frattempo aspettiamo le guardie giurate, poi chissà.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento