Cronaca Trasaghis

Si storce una caviglia in montagna: escursionista soccorsa da nove uomini

Due interventi del Soccorso Alpino, ieri, per due infortuni di escursionisti durante le camminate in montagna

Due interventi in Friuli per il soccorso alpino ieri, mercoledì 25 agosto: è scattato alle 16.40 un intervento che si è concluso alle 19.30 di ieri sera sul Monte Brancot (Prealpi Carniche) a circa 600 metri di quota, che ha impegnato fisicamente i soccorritori per tre ore. A chiamare il Nue112 due escursioniste una delle quali, di Romans d'Isonzo, del 1961 si è procurata una forte distorsione alla caviglia scendendo. La donna ha provato a scendere autonomamente per un tratto ma il dolore era troppo forte e ha deciso di chiamare i soccorsi.

soccorso alpino-69

La Sores ha inviato sul posto i soccorritori della stazione di Udine - Gemona del Soccorso Alpino e quelli della Guardia di Finanza di Tolmezzo. I nove uomini hanno raggiunto la posizione della donna in circa un'ora e quindici di cammino, portando con sé i presidi sanitari per bloccarle l'arto e imbarellarla e poi hanno iniziato la discesa alternandosi nel trasporto della barella che nei tratti più esposti è stata assicurata con uno spezzone di corda di sicurezza. Una volta giunti sulla strada l'hanno affidata all'ambulanza.

Secondo intervento

Un intervento anche nella mattinata di ieri per una persona non più in grado di camminare nei pressi del rifugio Pellarini (Alpi Giulie) per uno stiramento alla gamba. La persona è stata evacuata in accordo con la Sores con l'elicottero della Protezione Civile che ha imbarcato due tecnici della stazione di Cave del Predil del Soccorso Alpino per portarla a valle.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si storce una caviglia in montagna: escursionista soccorsa da nove uomini

UdineToday è in caricamento