menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola, gli interventi estivi della Provincia ammontano a 800 mila euro

L'assessore Teghil: "Si tratta di lavori che per la maggior parte saranno eseguiti entro il 14 settembre". Ecco la mappa dei cantieri

Il Servizio edilizia della Provincia di Udine in questi mesi è alle prese con numerosi cantieri che si sommano a quelli già aperti precedentemente.

Si tratta per lo più di interventi realizzati dall’ente di palazzo Belgrado con fondi propri visto che dalla Regione e dallo Stato non arrivano segnali: "Benché il decreto del fare sia stato annunciato come uno dei primi provvedimenti di finanziamento delle strutture scolastiche dal Governo – spiega l'assessore Carlo Teghil -, non si è potuto procedere per assenza di comunicazioni ufficiali sull’assegnazione del contributo".

Il quadro di spesa rimane importante ed essenziale per il mantenimento delle condizioni di agibilità e risposta alle esigenze didattiche all’avvio delle lezioni.

Nel territorio provinciale, si tratta di interventi edili, termici, elettrici, idraulici, antincendio, tinteggiature, sfalci etc, per le aree del Friuli Centrale, Alto Friuli, Medio Friuli e Basso Friuli. Al primo settembre, il totale delle manutenzioni ordinarie ammonta a 666.789 euro.

A Udine, per le sedi del Sello, del Copernico e del Deganutti, dall’inizio dell’anno sono stati spesi circa 62 mila euro, mentre per le sedi degli Istituti Malignani, Marinelli, Zanon, Percoto, Stellini, Tomadini, Stringher, Uccellis il totale ammonta a 242 mila euro.
 
L’effetto concreto di queste attività è tangibile nell’elenco dei locali prossimi alla riconsegna agli Istituti, o che saranno nuovamente messi a disposizione già entro il 14 settembre con un impegno di ulteriori 170 mila euro: saranno terminati i lavori di risanamento dei locali palestra e annessi del liceo scientifico Copernico di via Planis. Saranno riconsegnati anche i lavori di riparazione della copertura della palestra grande, danneggiata dalla caduta del “cedro” che si trovava vicino alla struttura sportiva del Deganutti. L’importo complessivo dell’intervento ammonta a 30 mila euro. All’Uccellis invece il primo intervento di adeguamento edile impiantistico è in fase di progettazione.

La ripresa dei lavori è prevista per il prossimo anno –patto di stabilità permettendo- e porterà al quando sarà completato il recupero dell’intera ala sud e ingresso storico del chiostro da via Giovanni da Udine (un importo complessivo di oltre 2,6 ml di euro). Nello stesso contesto si svilupperanno i lavori di completamento degli ex alloggi della caserma Carabinieri di via Gemona, cui concorrono sia l’Educandato che l’Amministrazione provinciale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento