menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Avrebbe agevolato i colleghi nello spaccio: interrogato un carabiniere

Nuovo capitolo dell'inchiesta che nei mesi scorsi ha portato all'arresto di tre militari dell'Arma e dell'autista del Procuratore della Repubblica Giancarlo Buonocore

L'ipotesi sulla quale indaga la Procura della Repubblica di Tolmezzo è legata a un presunto mancato ordine di effettuare un sequestro e all'omessa denuncia di alcuni soggetti.

Per queste ragioni è stato interogato ieri M.R., 47 anni, maresciallo della stazione dei Carabinieri di una località del Friuli collinare.

L'azione si inserisce nella maxi inchiesta condotta dal PM Giancarlo Buonocore in materia di sostanze stupefacenti, che nei mesi scorsi ha portato all'arresto del suo stesso autista e di tre carabinieri della compagnia di Tolmezzo,  mentre un altro militare è stato indagato per rivelazione di segreto d’ufficio.

Il sottoufficiale sentito ieri, per il quale è stata richiesta l'interdizione dai pubblici uffici, si è visto attribuire responsabilità legate ad attività che in qualche maniera avrebbero favorito i carabinieri arrestati nei mesi passati. M.R., difeso dall'avvocato Luca Ponti, ha negato davanti al G.I.P. qualsiasi responsabilità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento