Prima insulta i carabinieri e poi s'inventa di essere stato picchiato da loro

Un classe 1994 residente a Codroipo, nonostante il divieto di ritorno nel comune, è stato protagonista di una sceneggiata e di molestie in un'enoteca del centro del Medio Friuli

Oltraggio a pubblico ufficiale per aver insultato i carabinieri, calunnia perché una volta condotto in stazione si è inventato di essere stato picchiato dai militari e inosservanza divieto di ritorno in paese (su di lui grava infatti un divieto della durata di tre anni). La sequenza di violazioni è valsa la denuncia a piede libero per un cittadino marocchino residente a Codroipo classe 1994. 

In enoteca

Il tutto è iniziato ieri notte nei locali della "Vecchia Pretura", un'enoteca di via Giuseppe Verdi, nel centro della cittadina del Medio Friuli. I carabinieri della stazione locale sono dovuti intervenire perché il soggetto, disoccupato e con precedenti di polizia, stava molestando i clienti. Una volta sul posto gli uomini dell'Arma sono stati insultati ripetutamente, vedendosi così costretti a condurre l'individuo in caserma.

In caserma

Qui gli insulti sono andati avanti e si sono aggiunte le accuse di essere stato malmenato dagli stessi carabinieri. A quel punto si è deciso di far intervenire i sanitari per una visita al giovane, in modo da accertare che non gli fosse stato messo un dito addosso. Il personale medico ha constatato l'ottimo stato di salute del ragazzo, delegittimando così le sue accuse. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre a Taylor c'è di più! Il piccolo esercito di influencer made in Friuli

  • Michelle Hunziker festeggia il compleanno in Carnia con grappa, polenta e speck di Sauris

  • Nota artigiana udinese scompare da casa: l'appello del fratello

  • Incidente mortale di Premariacco, la vittima è la 26enne Chiara Dorotea

  • Martignacco, sequestrati 100 chili di pesce al ristorante

  • Incidente a Premariacco, morta una 26enne carnica

Torna su
UdineToday è in caricamento