← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

FOTONOTIZIA "Pd e Lega assassini, nei lager libici solo Salvini"

Via Laura Conti · Udine

"Pd e Lega assassini, nei lager libici solo Salvini". La scritta è comparsa su un muro di via Laura Conti, una laterale di via del Cotonificio. A segnalarcela un nostro lettore.

"Premettendo che non sono un cittadino filo-governativo, anzi, mi rattrista il clima d'odio che sta crescendo nel nostro paese e nello specifico nella nostra regione. Dopo l'assurdo episodio del Professore di Trieste, recentemente raccontato da questa testata, ho trovato casualmente in via Laura Conti a Udine questa scritta sul muro. La violenza verbale è ormai sdoganata da ogni classe e ceto sociale e si stanno perdendo le basi democratiche fondate sul dialogo e sul confronto."

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • ...errata corrige: ho scritto Paolo invece di CARLO. Mi scuso con CARLO

  • Sostanzialmente mi trovo d’accordo con Paolo, ma la violenza verbale ha un humus di evidenza nazional-fascista, perché la “religione fascista” non é ancora scomparsa nel nostro Paese. Mussolini, abile “sacerdote” della Politica Italiana degli Anni Venti e Trenta del secolo scorso, riuscì a creare questa “religione”, pur sapendo che quello italiano era un Popolo di individualisti, incapaci di coesione; e quel Popolo non è cambiato nei decenni successivi al Fascismo, anzi, l’altra “religione” tipicamente italiana, cioè la Mafia, si è insinuata ancor più facilmente nel nostro tessuto sociale. Siamo “spaccati”, come Popolo, caro Paolo, al punto che oggi più di ieri è difficile riuscire a trovare individualità oneste e capaci di fare Politica, che dovrebbe essere Civica e Civile, quindi capace di dialogo e di confronto, per produrre un “terreno fertile” sul quale “far crescere” un Popolo sano... Sul terreno della Politica Italiana odierna, invece, per com’è oggi l’Italia, è facile possano riuscire a FARE la loro politica da individualisti quelli come Matteo Salvini...

Segnalazioni popolari

Torna su
UdineToday è in caricamento