Iniziato il restauro della "campana dell'arengo"

Entro fine febbraio lo storico manufatto tornerà a scandire l'avvio dei consigli comunali cittadini

«Siamo molto lieti che entro fine febbraio potremo restituire alla città e perfettamente restaurata la storica campana dell'arengo. Un intervento, quello di ristrutturazione, che ha richiesto un'attenta pianificazione per riportarla al suo antico splendore e per evitare che si ripetano episodi che possano mettere a rischio la salute dei cittadini evitando così gravi inconvenienti».

LA ROTTURA. Con una punta d'orgoglio il sindaco di Udine, Furio Honsell, ha annunciato così i lavori di messa in sicurezza e restauro della campana dell'arengo, lo storico manufatto che svetta sul tetto di palazzo D'Aronco, sede dell'amministrazione comunale. Il batacchio della campana, il cui peso supera i 20 chili, lo ricordiamo, cadde a marzo del 2014 pochi minuti prima dell’inizio di una seduta del Consiglio comunale. 

LA DITTA. Fortunatamente non colpì nessuno, ma da allora, non si sentono più i rintocchi che annunciano l'inizio della seduta pubblica del Consiglio. Ieri, 18 gennaio, la ditta incaricata dei lavori, la Simet di Feletto Umberto, Udine, ha ultimato il posizionamento dell'impalcatura e mercoledì provvederà alla rimozione della campana così da portarla in laboratorio ed effettuare il completo restauro. In questo modo, entro la fine del prossimo mese, potrà essere riposizionata e riprendere a suonare in completa sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I COSTI. Poco più di 15 mila euro il costo complessivo dell'operazione, messi a disposizione dal Comune grazie a una recente variazione di bilancio. La campana dell’arengo si trova sul lato Sud di palazzo D’Aronco, proprio sopra l’angolo del Contarena, in piazza Libertà. È datata 1419 e riporta l’iscrizione «MCCCCXIX maistro grigori e maistro domenigo so fio me fecit mentem santam sponta». La campana è intitolata all’antica assemblea civica udinese, monumento alle tradizioni di democrazia diretta del capoluogo storico del Friuli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 10 luoghi particolari per scoprire una Udine insolita, poco conosciuta e bellissima

  • Il miglior frico del Friuli è in un bar della montagna

  • Dalla grappa al gelato: il re friulano dei distillati realizza il suo sogno da 5 milioni di euro

  • Selvaggia Lucarelli contro il meccanico anti migranti di Plaino

  • Si rompe un appiglio e cade per cento metri: muore sul Monte Sernio un escursionista

  • Chiuso un bar per aver violato le norme anti Covid, clienti arrabbiati coi carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento