Boscaiolo colpito alla testa dall'albero che stava tagliando: ce la farà

Infortunio sul lavoro nel pomeriggio di oggi a quota 1016 metri, in comune di Pontebba.

Un boscaiolo si è ferito gravemente alla testa a causa dalla caduta di un grosso ramo di un albero su cui stava lavorando. E' successo nella zona di Moggio Udinese, verso le 16, nei dintorni di Malga Glazzat. Sul posto, assieme agli uomini della stazione locale di Soccorso Alpino, è intervenuto l'elicottero del 118 congiuntamente ai tecnici della Guardia di Finanza di Tolmezzo e ai carabinieri di Moggio. L'intervento si è concluso intorno alle 17 in un bosco nei pressi di una pista forestale a quota 1016 metri, alla testata della Val Aupa, in comune di Pontebba. L'infortunato è G. G. quarantaseienne di Moggio Udinese.

L'infortunio

L'uomo aveva finito di tagliare una pianta di faggio quando da questa, durante la caduta, si è staccato un grande ramo (vedi gallery) che lo ha colpito sulla nuca e su una spalla. L'uomo ha perso i sensi per qualche secondo ma poi si è leggermente ripreso rimanendo vigile anche se molto dolorante. Il personale sanitario sbarcato con il verricello dall'elicottero ha provveduto a stabilizzarlo mentre il personale tecnico del soccorso ha preparato la barella per l'immobilizzazione e il recupero a bordo. L'infortunio è stato forte ma l'uomo apparentemente non è in pericolo di vita ed è stato portato all'ospedale di Udine per tutte le valutazioni del caso. Hanno preso parte all'intervento sette uomini, tra Soccorso Alpino e Guardia di Finanza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Quando si possono accendere i termosifoni: tutte le date città per città

  • Via Roma, si attacca alla fondina di un poliziotto e cerca di prendergli la pistola

  • Le migliori pasticcerie di Udine secondo TripAdvisor

  • Ristoranti con il migliore servizio di sala d'Italia? In provincia di Udine ce ne sono ben tre

Torna su
UdineToday è in caricamento