Cronaca

Scialpinista infortunato e senza rete telefonica, disavventura per un udinese

L'uomo, impegnato in un'escursione di sci alpinismo con alcuni compagni, è rimasto bloccato a quota 1700 metri a causa di una distorsione al ginocchio. E' stato uno dei compagni di escursione a scendere di qualche centinaio di metri e dare l'allarme

I soccorsi

S'infortuna al ginocchio e non riesce a proseguire la discesa. Difficoltà nella giornata di ieri per uno sciatore alpinista di Udine, S.P., bloccato in compagnia di altri escursionisti a quota 1700 metri nei pressi del Passo Cason di Lanza, a causa di una distorsione al ginocchio. 

Il fatto

La zona aspra ed impervia era peraltro priva di copertura telefonica rendendo quindi impossibile qualsiasi contatto con il Soccorso Alpino. Per poter dare l'allarme uno degli escursionisti si è dunque avventurato qualche centinaia di metri più in basso riuscendo a contattare il 112 NUE.

I soccorsi

Subito al lavoro la stazione di Forni Avoltri del soccorso alpino che ha messo in campo sette tecnici, compresi quelli della Guardia di Finanza di Tolmezzo per iniziare le operazioni di recupero. Impossibile per i tecnici raggiungere in tempi brevi e a piedi l'infortunato prima del tramonto.

IMG-20200229-WA0034-2

E' quindi decollato l'elisoccorso della Protezione Civile di Tolmezzo che insieme a un soccorritore medico alpino caricato dal campo base allestito a Paularo è stato trasportato e calato nelle vicinanze del ferito per fornirgli le prime cure mediche.

Una volta immobilizzato l'arto l'uomo è stato caricato sull'elicottero e successivamente trasportato in autoambulanza all'ospedale di Tolmezzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scialpinista infortunato e senza rete telefonica, disavventura per un udinese

UdineToday è in caricamento