Motociclista ucciso, al via il processo per la persona accusata di averlo investito

Si terrà il 14 febbraio la prima udienza del procedimento che vede come imputato un 33enne tarcentino

Il pubblico ministero udinese Annunziata Puglia ha chiesto il rinvio a giudizio per l’automobilista che ha travolto il 64enne di Gemona Sandro Rossi il 18 giugno del 2018 a Collalto di Tarcento, sulla Statale 13 Pontebbana. Si tratta di un 33enne di Tarcento. L'ipotesi di reato è quella di omicidio stradale. Il gip Mariarosa Persico ha fissato l'udienza preliminare per il 14 febbraio 2020. La moglie e la figlia della vittima, assistite da Studio3A-Valore S.p.A. e dall’avvocato Andrea Piccoli, del Foro di Treviso, sono già state risarcite in sede civile.

L'incidente

Rossi, verso le 10 e 30, stava procedendo lungo la Pontebbana verso Nord con la sua Harley Davidson, quand’è stato travolto dal pick-up Isuzu Trooper con annesso rimorchio condotto dal 33enne, che si immise sulla statale 13 da un piazzale adiacente per andare verso Tricesimo. Un impatto terribile, in seguito al quale il centauro venne sbalzato sull’asfalto riportando politraumi gravissimi che non gli lasciarono scampo: spirò infatti poche ore dopo all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine, dove arrivò in condizioni disperate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude il Caffè dei Libri. Per i titolari è stato "un incubo crudele"

  • Il Malignani rischia la chiusura: scuola, Comune e sindacato uniti per evitarlo

  • Pianista prodigio friulana a 10 anni rappresenterà l'Italia ad Amburgo

  • Scomparso tra Sappada e Forni Avoltri, trovato il corpo nel letto del Piave

  • AAA Gestore di rifugio montano cercasi

  • Decine di chili di pesce e carne scaduti al ristorante e serviti ai clienti

Torna su
UdineToday è in caricamento