Camion rovescia 5 tonnellate di mais sulla strada, circolazione bloccata per tre ore

L'incidente sulla strada provinciale 60 a Mereto di Tomba. Un intero carico di granaglie è finito sulla carreggiata

Cinque tonnellate di mais sono state rovesciate da un autoarticolato sulla strada provinciale 60, nel territorio del Comune di Mereto di Tomba. Verso le 7 e 30 di oggi il mezzo, proveniente dall'Austria e diretto verso la sede della Cerealtecnica, a causa di un’apertura del portellone posteriore ha sparso sulla carreggiata le granaglie, che hanno formato uno strato di circa 20 centimetri. Prontamente intervenuta una pattuglia della Polizia locale dell'Uti Medio Friuli,  coordinata dal comandante commissario Federico Ruvolo.

Viabilità

Notevoli i disagi alla circolazione stradale organizzata a senso unico alternato durante la rimozione del materiale, curata con mezzi propri dal personale della Cerealtecnica destinataria del carico. L’operazione è durata circa tre ore. Sul posto anche una squadra dei vigili del fuoco di Udine. La polizia locale ha anche disposto la pulizia del manto stradale tramite una ditta specializzata, in modo da consentire il ripristino delle condizioni di sicurezza della viabilità.

Potrebbe interessarti

  • "20 motivi per cui Udine è davvero la città peggiore d'Italia", l'articolo virale sui social

  • Api, vespe e calabroni: come allontanarli con rimedi naturali

  • Come riconoscere l'allergia al nichel

  • Piante grasse: perché tenerle in casa?

I più letti della settimana

  • Giallo sulla morte di Anamaria, la giovane parrucchiera trovata morta in un bosco

  • Turista posteggia l'auto sul lungomare di Lignano e lascia il cane chiuso dentro

  • Tragica fatalità, agricoltore muore dopo aver acquistato un trattore

  • La Guardia di Finanza ad Aria di Festa, cucina ferma e centinaia di avventori in protesta

  • Sequestrati in provincia di Udine 100 kg di preparato per gelato scaduto

  • "20 motivi per cui Udine è davvero la città peggiore d'Italia", l'articolo virale sui social

Torna su
UdineToday è in caricamento