Incidenti stradali

La giornata nera per gli animali selvatici sulle strade del Friuli

Una serie di brutti incidenti hanno visto protagonisti ieri diversi animali selvatici. Per fortuna nessuna persona si è ferita

Brutta serie di incidenti nella giornata di ieri con sfortunati protagonisti animali selvatici. Almeno tre sono stati gli episodi in provincia di Udine che hanno coinvolto animali investiti in maniera fortuita da automobili in corsa.

Nella Bassa friulana

Ieri pomeriggio una donna, mentre transitava con la sua autovettua sulla strada provinciale 50 da Ialmicco a Chiopris, fuori dall'abitato di Ialmicco, ha investito un capriolo riportando danni alla parte anteriore dell'automobile. A quanto ha riferito la donna, l'animale si è allontanato autonomamente. Sul posto è intervenuta la pattuglia per gli accertamenti.

Il cinghiale

I carabinieri sono intervenuti anche a seguito della segnalazione di un uomo che ha chiamato, nella giornata di ieri, dicendo che la moglie aveva investito un cinchiale sulla strada provinciale 2 tra Nogaredo al Torre e San Vito al Torre a poche centinaia di metri dall'abitato di San vVito al Torre. Fortunatamente la donna non ha riportato ferite, mentre l'auto ha riportato diversi danni. L'animale, invece, a seguito delle ferite riportate nell'urto è stato soppresso dal personale della riserva di caccia di San Vito al Torre.

A Malborghetto

Un uomo, dopo aver investito con la sua automobile un cervo lungo la ss13 km 211+600 in direzione Tarvisio all'altezza dell'abitato di Ugovizza, ha fermato una pattuglia dei carabinieri per chiedere soccorso. Una volta giunti sul posto i militari dell'Arma hanno constatato che  l'ungulato era ancora vivo. Prima che il veterinario di turno giungesse sul luogo, però, il cervo è morto e i carabinieri hanno provveduto a spostarlo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La giornata nera per gli animali selvatici sulle strade del Friuli

UdineToday è in caricamento